Il calciatore Peter Makrillos incontra i ragazzi del Centro Arcobaleno di Pescina



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Pescina – Una meravigliosa sorpresa quella per i ragazzi del Centro Arcobaleno di Pescina, che hanno ricevuto una visita d’eccezione. Come già accaduto negli anni passati, infatti, Fortunato Cordischi, titolare dell’agenzia Fortumanagement spettacoli ed eventi, ha portato con sé un calciatore professionista, Peter Makrillos, che era in visita in Italia per qualche giorno insieme alla sua compagna Erica Capuzza, originaria di Pescina.

 Il calciatore è rimasto molto volentieri con i giovani della struttura, scherzando e scattando foto e selfie con i suoi tifosi che si sono dimostrati molto interessati alla carriera di Makrillos, facendogli numerose domande sul mondo del calcio. Il giocatore ex Stoke City, ora calciatore in uno dei più prestigiosi club della Souper Ligka Ellada, il Paniōniossi è dimostrato felice di donare al Centro Arcobaleno la sua maglia autografata ricevendo dal sindaco Stefano Iulianella, dall’assessore allo sport Luigi Sorigone, dall’assessore alla cultura Ester Lidia Cicchetti e da un dirigente della società del Pescina Calcio, Mauro Cordischi, un riconoscimento ufficiale, ovvero, una targa e vari libri su Ignazio Silone.
Già negli anni passati Fortunato Cordischi si è operato per eventi di beneficenza. Nel 2009 portò, insieme al suo amico ed ex calciatore Luciano Zauri, l’intera rosa della SS Lazio presso lo Stadio dei Marsi, devolvendo il ricavato dell’evento a favore dell’associazione Help Handicap. Successivamente ha donato maglie autografate della SS Lazio sempre al Centro Arcobaleno di Pescina ed è andato personalmente con l’ex capitano della Lazio a fare una sorpresa presso le scuole medie di Barrea, regalando ad uno studente diversamente abile una maglia autografata e trascorrendo, insieme al calciatore, l’intera giornata con il ragazzo ed i docenti dell’istituto. Ugualmente, lo scorso anno, la stessa emozione l’ha provata un ragazzo rovetano quando si è visto recapitare direttamente in casa una casacca autografata, con dedica a suo nome, dei calciatori della Lazio.

 

Nella tarda serata di ieri, inoltre, Makrillos e Fortunato Cordischi sono stati ospiti a cena, in un ristorante di Lanciano, per un colloquio con il noto procuratore calcistico internazionale Donato Di Campli che già in passato ha portato giovani talenti in grandi club, ultimo in ordine di tempo Marco Verratti al PSG.