Il borgo di Sante Marie diventa una giardino colorato con il concorso “Balconi & Angoli fioriti”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Sante Marie – Il Comune di Sante Marie organizza il concorso “Balconi & Angoli fioriti”, un’idea nata dall’amministrazione comunale che ha lo scopo di rendere più bello e ospitale il piccolo borgo che trova nella natura il suo punto di forza. Protagonisti assoluti del concorso saranno i cittadini di Sante Marie che potranno partecipare allestendo con fiori e piante i balconi e i terrazzi delle loro abitazioni oppure angoli e scorci di una piazza e di una via da individuare nelle zone più caratteristiche del paese. Per partecipare è necessario compilare il modulo che si può scaricare dal sito internet www.comune.santemarie.aq.it oppure ritirare negli uffici comunali. La domanda, dovrà pervenire entro il 5 giugno 2018. Il periodo di riferimento per la valutazione, andrà da giugno a settembre e durante questo periodo il partecipante dovrà garantire il mantenimento delle caratteristiche del luogo in concorso.

La valutazione, infatti, sarà effettuata in base alla varietà e alla composizione di fiori e piante, privilegiando quelli che, per la durata della fioritura, potranno mantenere più a lungo nel tempo la bellezza del balcone o degli angoli fioriti. Tra i criteri che verranno considerati ci saranno le combinazioni dei colori dei fiori, la scelta di piante che fioriscono comunemente a Sante Marie e l’inserimento armonico delle piante fiorite nel contesto urbano. La giuria, nominata dal sindaco, Lorenzo Berardinetti, sarà composta dall’assessore comunale di riferimento, un esperto del settore floricolo, un rappresentante degli studenti e uno dei commercianti. Il vincitore del concorso avrà diritto a un bonus da spendere in vivaio e a tutti i partecipanti verrà consegnato un attestato. La premiazione dei vincitori, si terrà l’ultima domenica di settembre.




Lascia un commento