I ragazzi dell’Anfass “catturano” il pubblico dell’Auditorium. Tante risate e applausi alla serata per il piccolo Verna



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Celano. Hanno commosso il nutrito pubblico che è accorso all’Auditorium Fermi per quello che doveva essere “solo” un evento di beneficenza che stringeva il cuore. Ma hanno fatto tanto ridere e divertire e hanno trasformato una “semplice” serata in un varietà divertente che si è portato dietro uno scroscio di applausi.

Tante persone hanno partecipato all’evento di beneficenza organizzato da diverse associazioni di Celano, che ha avuto il patrocinio del Comune, per raccogliere fondi per il piccolo Marco Verna.

I ragazzi del centro Peter Pan, del centro Anfass di Celano hanno aperto la serata guidati dalla rassicurante musica di Gabriele Frigioni e coordinati dalla direttrice della struttura Domenica Di Salvatore.

I divertenti attori hanno rapito il pubblico con L’Annunciazione, il mitico pezzo della Smorfia di Massimo Troisi e si sono “guadagnati” le risate di grandi e piccoli.

La serata, nata da un’idea dell’associazione che porta il nome di Marco Zaurrini, il 15enne morto investito un anno e mezzo fa, è stata curata da Maria Paola Zaurrini e dalla madre del giovane, Rossella Ricciardi. Hanno collaborato anche le associazioni Genitori di stelle, figli della speranza e Bastioni e bastimenti. Importante il contributo della Fondazione che porta il nome di Fabio Piccone. In vendita anche i cd del noto pianista Nazzareno Carusi.

Con la vendita di alcuni gadget realizzati dai ragazzi dell’Anfass sono stati ricavati 3.800 euro, 3.600 sono stati invece ricavati dalla vendita dei biglietti.

La serata, condotta dal giornalista Donato Angelosante jr, è proseguita con l’esibizione di tre artiste che hanno offerto la loro musica gratuitamente. Al pianoforte, la maestra Valentina Di Marco ha accompagnato le performance che hanno acceso i cuori dell’Auditorium di Ilenia lucci e Natalia Tiburzi.

“Quando questi ragazzi ci regalano tanti sorrisi capiamo il vero senso della vita e delle cose”, ha detto alla sala il sindaco Settimio Santilli, ringraziando il pubblico celanese che ha fatto sentire il suo calore anche questa volta, “i celanesi rispondono sempre quando c’è bisogno e stasera ne abbiamo avuto di nuovo la conferma”.

Il ricavato della serata sarà devoluto alla famiglia di Mirco Verna, un bimbo di Celano che ha bisogno di cure fisioterapiche che potrà avere solo in America.

Durante la serata Domenica Di Salvatore ha ricordato con affetto e gratitudine la figura del medico di Trasacco, da poco scomparso, Gino Fosca. Il dottore è stato ricordato per la sua continua vicinanza ai disabili e per la sua fattiva collaborazione con le associazioni che li curano.




Lascia un commento