13 Gennaio 1920: il deputato Erminio Sipari celebra la Marsica a 5 anni dal terribile terremoto del 1915
13 Gennaio 1920: il deputato Erminio Sipari celebra la Marsica a 5 anni dal terribile terremoto del 1915
Marsica – Erminio Sipari (Alvito 1869 – Roma 1968) è spesso ricordato per essere stato il fautore e primo presidente del Parco nazionale d’Abruzzo, uno dei pionieri della conservazione...
Castello baronale dei Colonna (Avezzano)
L’arrivo dei  Colonna nella Marsica: amministratori del feudo in fermento nel 1653
Dopo la morte di Marcantonio (24 gennaio 1659), gli successe nei possedimenti marsicani Lorenzo Onofrio Colonna che, alla metà degli anni ottanta del XVII secolo, incappò nella celebre guerra di successione...
Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum: dove si trovavano le località citate da Tito Livio?
Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum: dove si trovavano le località citate da Tito Livio?
È vero: Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum non sono località dell’Abruzzo. Però va anche detto che fino al 1963 l’Abruzzo e il Molise erano una sola Regione, ed ecco spiegato il mio...
pieralice
Giacinto De Vecchi Pieralice, un erudito tra il carseolano e Roma
Giacinto De Vecchi Pieralice (1842-1906) fu un intellettuale con vasti interessi culturali nel campo umanistico e storico. Nacque a Castel Madama (RM) il 16 dicembre 1842 da Michele Pieralice ed Eufrasia...
Due donne di Civita d'Antino ritratte nei pressi di Palazzo Ferrante dal famoso artista danese Kristian Zahrtmann nel 1904
Due donne di Civita d'Antino ritratte nei pressi di Palazzo Ferrante dal famoso artista danese Kristian Zahrtmann nel 1904
Civita d’Antino – Il titolo originale dell’opera di Kristian Zahrtmann di cui parliamo è “Udenfor Seminariemuren i Civita d’Antino” che, tradotto in italiano, diventa...
Come vestivano i banditi Scarpaleggia e Simboli
Il banditismo nella Marsica nei secoli XVI-XVIII: complicità, aberrazioni e compromessi
Lo storico Julian Paz y Espeso, nella sezione manoscritti della Biblioteca Nazionale di Spagna (Archivio Simancas) ha sostenuto che nella prima metà del Seicento, prevalse nel viceregno napoletano il giudizio...
La necropoli di Val Fondillo
La necropoli di Val Fondillo
Opi – La presenza dell’uomo nel nostro territorio è documentata sin dal Paleolitico, tra 300.000 e 120.000 anni fa, quando quest’area era occupata da gruppi di cacciatori in cerca di cibo, quindi...
Inaugurazione della ferrovia Roma-Sulmona il 18 Luglio 1888: per la prima volta il treno attraversò la Marsica
Inaugurazione della ferrovia Roma-Sulmona il 18 Luglio 1888: per la prima volta il treno attraversò la Marsica
Marsica – L’inaugurazione della ferrovia Roma-Sulmona nel 1888 fu un evento di grande importanza per l’Italia perché segno un passo fondamentale nello sviluppo delle infrastrutture di trasporto del...
Cerca
Close this search box.
Home » Attualità » I bambini della scuola primaria di via Delle Industrie di Avezzano si mobilitano per la pace” armati di carta e colori”

I bambini della scuola primaria di via Delle Industrie di Avezzano si mobilitano per la pace” armati di carta e colori”

Facebook
WhatsApp
Twitter
Email

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Vittoria Cornacchia
Vittoria Cornacchia
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Anna D'Amico
Anna D'Amico
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Luigi Iacoboni
Luigi Iacoboni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Livia Di Pasquale
Livia Di Pasquale
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Angelo Pietrangeli
Angelo Pietrangeli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Pietro Mazzulli
Pietro Mazzulli
Vedi necrologio
I bambini della scuola primaria di via Delle Industrie di Avezzano si mobilitano per la pace” armati di carta e colori”
I bambini della scuola primaria di via Delle Industrie di Avezzano si mobilitano per la pace” armati di carta e colori”

Avezzano – Non si può tacere. Neanche con loro. Le atrocità della guerra sono complesse da spiegare e con i bambini si preferirebbe non doverne mai parlare. Eppure con notizie come queste che con foto, reportage e video dell’invasione russa in Ucraina appaiono ovunque, diventa quasi impossibile farne a meno. I bambini percepiscono immediatamente l’ansia e la paura provata dai più grandi e al contempo comprendono se in ciò che gli viene detto ci sia sincerità. “La televisione è un elettrodomestico più pericoloso di una stufa”, diceva Mario Lodi, ma se un bambino armeggia vicino ad una stufa, come minimo ci dev’essere un adulto a guidarlo, se invece guarda la tv, che è molto più pericolosa di una stufa, spesso gli adulti non sono accanto. I bambini guardano, ci ascoltano e sono come spugne. Nel bene e nel male. Anche i bambini di via delle Industrie hanno realizzato disegni, poesie cartelloni per dire il loro no alla guerra, esternare a tutti il loro desiderio di pace e manifestare la loro vicinanza al popolo ucraino.

Molte le iniziative in tutte le classi di via delle Industrie. Le domande dei bambini hanno trovato negli insegnanti ascolto, comprensione. Gli alunni della scuola primaria di via delle Industrie hanno tappezzato il cancello con disegni e nastri dove il messaggio è univoco: pace, pace, pace. Partita dal basso, senza input ministeriali perché tra i banchi di via delle Industrie si lavora da anni sull’educazione alla pace; decine di iniziative continuano a farsi sentire. La scuola sta facendo tutto ciò che è in suo potere per offrire un racconto diverso da quello che ci piove addosso dai media. Siamo artificieri, non bombaroli. Parliamo una lingua diversa.
Facciamo lezioni diverse. Lezioni di comprensione di ciò che accade, ma soprattutto raccontiamo chi cerca di mettere pace. La guerra è tutt’altro che necessaria. Piuttosto è una scelta, così come quella di aiutare gli altri, di fare solidarietà o fare la pace E ciò può avvenire in un’unica maniera, ovvero educando al rispetto reciproco, insegnando l’importanza dei valori e dell’ardua conquista dei diritti umani avvicinando i bambini alla coesione, alla diversità culturale e alla condivisione. E la scuola di via delle Industrie sta seminando bene. Fanno rumore, cannoni della cultura. Un ringraziamento all’ottimo lavoro degli insegnanti e alla loro Dirigente, dottoressa Franca Felli. 

PROMO BOX

rose terremarsicane
WhatsApp Image 2024-05-19 at 19.18
Nello Simonelli
foto treno_5
“Luce D’Abruzzo” foto in concorso per sostenere la ricerca in oncologia pediatrica
Chiara Tarquini in Concerto a Varna
L'avvocato Cinzia Basilico
Anche ad Avezzano si raccolgono firme per riconoscere la Palestina come Stato
FB_IMG_1716111567911
300 piante di gerani hanno abbellito Villa San Sebastiano grazie all'iniziativa dell'associazione Gli Amici
Una tabella per designare la foresta di alberi da frutto nata in ricordo dell'orsa Amarena
Avezzano celebra l'Avezzano Rugby, la squadra entra nella Serie A1!
442413597_10221432505595292_7271287117121260449_n
Istituto turistico Argoli
WhatsApp Image 2024-05-17 at 16.59
Maurizio Murzilli
Un ricordo di Franco Di Mare, stimatissimo inviato di guerra e amato "giornalista gentile"
Anche Scurcola Marsicana ha la sua Panchina Gigante
Il gatto Baloo è finalmente tornato a casa, i proprietari: "Grazie per tutto quello che avete fatto"
post_concorsi_oss-02-1024x576
ospiti convegno bullismo
foto dal web
controlli_etilometro_polizia_locale00
Studenti del 'Galileo Galilei' incontrano Ercole Wild

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Vittoria Cornacchia
Vittoria Cornacchia
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Anna D'Amico
Anna D'Amico
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Luigi Iacoboni
Luigi Iacoboni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Livia Di Pasquale
Livia Di Pasquale
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Angelo Pietrangeli
Angelo Pietrangeli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Pietro Mazzulli
Pietro Mazzulli
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina