Hashish, marijuana e cocaina in casa: giudizio immediato per due giovani

Avezzano – Il Gip del tribunale di Avezzano, Daria Lombardi, ha disposto il giudizio immediato per i due giovani arrestati il 9 aprile scorso con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. L’udienza è fissata per il prossimo 14 settembre dinanzi al giudice Paolo Lepidi.

I due, un avezzanese di 21 e un rumeno di 24 anni, difesi dagli avvocati Mario Del Pretaro, Luca e Pasquale Motta, erano stati trovati in possesso di 1,7 kg di droga nella loro abitazione. Gli uomini del commissariato di polizia di Avezzano, nel corso di un servizio finalizzato alla repressione dell’attività di spaccio, avevano notato un atteggiamento sospetto alla pineta di Avezzano, nei pressi della vecchia piscina.

Gli agenti, entrati prontamente in azione, avevano fermato gli indagati subito dopo la cessione di hashish ad un cliente. La successiva perquisizione domiciliare aveva permesso di rinvenire un ingente quantitativo di sostanza stupefacente pari a 1,525 kg di hashish, 31,7 grammi di marijuana e 9,5 grammi di cocaina, oltre ad una piccola serra, collocata sempre all’interno dell’abitazione, adibita alla coltivazione di piante di marijuana. Titolare del procedimento è il PM Maurizio Maria Cerrato.