Grande successo per la prima puntata del programma televisivo: “La Santa Messa a Celano”



Celano – Viaggio tra arte, storia e devozione’, ideato e presentato dalla giornalista Orietta Spera, con il patrocinio del Comune di Celano e la partecipazione della Diocesi dei Marsi.
Il programma, coordinato e partecipato dall’amministrazione comunale di Celano (in primis dal sindaco, Settimio Santilli) e, per le messe, da Don Gabriele Guerra, parroco del ‘Sacro Cuore‘, ha visto alternarsi, nella prima puntata, il presidente del consiglio comunale della città Castellana, Silvia Morelli, lo storico prof. Giuseppe Grossi, il critico d’arte prof. Massimo Pasqualone, padre Marco Federici, vicario dei frati minori francescani, nonché guardiano e parroco della chiesa di Santa Maria Valleverde, da dove il progetto è partito.

L’evento, suddiviso in 7 puntate, ha la partecipazione straordinaria del Vescovo dei Marsi, monsignor Giovanni Massaro. La messa di domenica 20 marzo è stata officiata da padre Giancarlo Liucci. Le altre puntate (e le altre messe) andranno in onda il 27 marzo, domenica prossima, dalla Chiesa ‘Madonna delle Grazie’, il 10 aprile dalla Chiesa ‘Madonna del Carmine’, il 17 aprile dal ‘Sacro Cuore’, il 24 da ‘San Francesco’, il 1′ maggio da ‘Sant’Angelo’. Gli orari delle messe sono fissati alle 11.

Domenica 3 aprile la Santa Messa si terrà, invece, alle 9,30, dalla Chiesa ‘San Giovanni Battista’ e sarà officiata da Sua Eccellenza Il Vescovo dei Marsi, monsignor Giovanni Massaro. Si ringraziano tutti i priori ed i sacerdoti di tutte le parrocchie e le confraternite di Celano: anche delle chiese di San Michele Arcangelo, di San Rocco, Santa Maria in Fonte Coeli, Chiesa Madonna Regina della Pace e Chiesa Cuore Immacolato di Maria. Il programma va in onda tutte le domeniche su ‘Telemax’, televisione regionale sul canale 12 del digitale terrestre ed è a cura di APKTV – Produzioni Televisive, per le riprese, i contributi filmati, la trasmissione in streaming in tutto il mondo per gli abruzzesi residenti all’estero.
Regia di Massimo Scafati. Grazie agli amici Luigi Cerone per il supporto tecnico e ad Antonio Serapiglia per le foto in studio.



Leggi anche