Gli studenti dell’Università dell’Aquila in visita gli stabilimenti Saes



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Ieri lunedì 9 dicembre 2019 l’unità produttiva di Avezzano della Saes Getters ha ospitato venticinque studenti del Corso di “Dispositivi e Sistemi Meccanici per l’Automazione” all’ultimo anno della Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica dell’università dell’Aquila.

Gli studenti erano accompagnati dal docente Prof. Ing. Pierluigi Beomonte Zobel, con il quale la Saes di Avezzano ha instaurato un rapporto pluridecennale di interscambio di competenze e informazioni tecnico-scientifiche a beneficio degli studenti di Ingegneria dell’università di riferimento sul nostro territorio.

L’incontro si è articolato in una prima fase in aula, nel corso della quale è stata fatta dapprima la presentazione generale dell’azienda e dei suoi principali prodotti, seguita poi da una lezione sui sistemi di visione automatica e sulla loro specifica applicazione sulle linee di produzione di Avezzano. Questa fase è stata gestita da tecnici Saes in prevalenza ex-studenti di Ingegneria e Fisica dell’università aquilana.

La seconda fase dell’incontro si è svolta invece nel reparto produttivo in cui sono impiegati i sistemi di visione automatica illustrati precedentemente in aula. Nel corso della visita in reparto gli studenti hanno avuto modo di porre numerose domande, alle quali è stata data puntuale risposta dai tecnici Saes.

Il prossimo appuntamento di Saes con l’università aquilana è già stato fissato per lunedì 16 marzo 2020, quando i tecnici Saes terranno una lezione sulla tecnologia laser presso la facoltà di Ingegneria nell’ambito della quarta edizione del corso professionalizzante “In fabbrica con le aziende manifatturiere”; il corso ha una valenza formativa e informativa con una enfasi specifica sulla manifattura italiana, ma serve soprattutto a testimoniare l’interazione che l’università aquilana ha con il mondo delle imprese abruzzesi, anche in vista della futura collocazione lavorativa dei suoi laureati all’interno dei confini regionali.