Gli artisti di Atomosfera.7 espongono le loro installazioni tra gli scavi archeologici di Alba Fucens



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Massa D’Albe – In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, sabato 25 Settembre alle ore 10.00 inizia ad Alba Fucens in Abruzzo la collocazione e l’allestimento delle installazioni realizzate dagli artisti di Atomosfera.7. Saranno esposte fino al tramonto per due giorni otto opere realizzate appositamente per colloquiare con le rovine degli scavi archeologici della città romana, l’evento sarà curato dalla prof. Cristina Aglietti.

L’iniziativa, promossa dalla Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per le province di L’Aquila e Teramo, gode del patrocinio dell’Unesco, del Ministero della Cultura, dell’Associazione dei Comuni più Belli d’Italia e della Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila.

Ad Alba Fucens, allestito con una selezione di installazioni degli artisti del Gruppo Atomosfera,7, arriverà anche il Pullman di TransumArte, lo storico mezzo di linea gentilmente messo a disposizione dalla ditta Di Fonzo Autotrasporti di Vasto nella persona di Alfonzo di Fonso, sempre sensibile verso l’arte.  Sino al tramonto sarà possibile salire sul pullman e visitare l’esposizione come già avvenuto a Castel del Monte.

Interverrà la dott.ssa Emanuela Ceccaroni Funzionaria Archeologa Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio province Aq-Te  e saranno presenti gli alunni del Liceo Artistico Vincenzo Bellisario e del Liceo Classico Alessandro Torlonia di Avezzano.

Atomosfera.7 è un collettivo nomade e dinamico costituitosi nel 2016, attualmente formato dal Maestro Achille Pace, Direttore artistico, e dagli artisti Alfredo Celli, Rossano Di Cicco Morra, Bruno Di Pietro, Anna Iskra Donati, Massimo Pompeo, Anna Seccia e Franco Sinisi. Collaborano al coordinamento del gruppo la prof.ssa Cristina Aglietti e la dott.ssa Sara Taffoni. 

A partire dalla poetica che lo permea, il gruppo è sempre alla ricerca di nuovi stimoli per far dialogare l’arte contemporanea con il territorio, la natura, la società e il patrimonio materiale e immateriale dell’ambiente. Attraverso il progetto TransumArte gli artisti vogliono diventare pastori dell’arte, raggiungendo i luoghi legati alla transumanza con il pullman-galleria d’arte viaggiante. Borghi, in particolare aree collinari e montane, dell’antico tragitto della transumanza, inserita nel 2019 dall’UNESCO nella lista del Patrimonio Culturale Immateriale, saranno teatri di un dialogo con “attori locali”, L’operazione artistica si conclude domenica 26 Settembre al tramonto.

Le prossime tappe del progetto che vedrà la partecipazione del pullman di TransumArte sono: 26 settembre Castello Ducale di Crecchio; il 29 settembre San Demetrio Ne’ Vestini; il 7 novembre Aurum a Pescara; il 27 novembre al Liceo Tasso di Roma.