Giornata dell’Agricoltura a Gioia dei Marsi | VIDEO



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Gioia dei Marsi – Grande entusiasmo ieri a Gioia dei Marsi per la ‘Giornata dell’Agricoltura’: la piazza del paese, per una giornata, sembrava un angolo della Fiera del Levante di Bari o della Fiera dell’Agricoltura di Verona: trattori di vario genere e di varia potenza che facevano bella mostra di sé e che facevano sognare i numerosi agricoltori presenti e che erano la gioia dei tantissimi bambini presenti, che si facevano fotografare ai comandi dei trattori, dai colori sgargianti.

Accanto alle macchine ultramoderne, erano presenti anche trattori di “ieri”, tra i quali un Landini a testa calda del 1930 (nel video, pubblicato da Andrea Longo). Accanto ai trattori erano esposti prodotti della terra: ortaggi e anche vini. Ieri, a Gioia , è stata una festa dell’Agricoltura, con sottofondo di musica, diffusa dal Palazzo del Municipio.

https://www.facebook.com/andrea.longo.3194/videos/1520175631381511/

Nel pomeriggio si è tenuto, nel centro culturale del paese, un interessante convegno sull’eterno problema dell’irrigazione delle terre del Fucino. Claudio Aureli ha tenuto una relazione, Lorenzo Berardinetti, Presidente della Commissione Regionale all’Agricoltura, ha illustrato i numerosi provvedimenti che la Regione ha preso e ha in programma di prendere a favore dell’agricoltura, in generale, e della Marsica in particolare. L’assessore Dino Pepe ha fatto il punto della situazione dell’irrigazione delle terre del Fucino ed ha sollecitato la stesura un progetto sicuro e definitivo a fronte degli 11 in discussione perché…” le risorse ci sono”. Il sindaco di Gioia, Gianclemente Berardini, ha portato il saluto dell’amministrazione civica e Serafina Sinibaldi ha coordinato i lavori.

La giornata si è chiusa, in allegria, con un piatto di mezze maniche al radicchio e con un brindisi. Il Comune di Gioia e la Pro Loco hanno dato vita ad una manifestazione, che – ci si augura – possa essere la prima di tante altre. Ad maiora semper.




Lascia un commento