Formare una coscienza civile sulle questioni di genere: la Convenzione di Istanbul spiegata da insegnanti, sociologhe e filosofi



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Un doppio appuntamento per conoscere più approfonditamente la Convenzione di Istanbul e quindi le questioni di genere. Questo lo scopo dei due incontri online organizzati e promossi dall’associazione di promozione sociale Presenza Femminista. Mercoledì 25 novembre e mercoledì 2 dicembre, infatti, al fine di porre l’attenzione sulle questioni sopra citate, dando informazioni e spunti di riflessioni per meglio comprenderle, si sono alternate anche voci originali e note del panorama intellettuale italiano.

Durante la prima giornata, lo psicoanalista ed esperto di studi decoloniali Fabrice Olivier Dubosc, accompagnato dalla presidente dell’associazione Marielisa Serone D’Alò, ha discusso del tema della Parola come mezzo per costruire il presente partendo dalla ri-lettura di pensatori e pensatrici contemporanee. Un dibattito allargato ai temi del patriarcato, del colonialismo, della costruzione di identità con focus anche sui concetti di cura e difesa della differenza, sui sistemi di alleanze e sulla prospettiva futura di mondi sostenibili.

Un dialogo dinamico e attento, ricco di spessore e spunti teorici da approfondire, solida base per le giornate di approfondimento successive, votate ad una analisi più pragmatica della società, come dimostrato dalla scelta di farsi accompagnare, nella seconda giornata dal titolo “Cultura ed educazione. Sessismo e cultura dello stupro”, da una sociologa della comunicazione come Graziella Priulla.

Con lei, di nuovo Marielisa Serone D’Alò.

La Priulla ha posto l’attenzione critica sullo “sguardo androcentrico” che attraversa la lingua, le relazioni familiari, le situazioni istituzionali e lavorative. Ha ricostruito l’evoluzione storica di certi meccanismi patriarcali svelandoli anche nei luoghi più inaspettati. Scopo di questa analisi è stato quello di trovare nuove chiavi di lettura della realtà ma anche la costruzione di un sistema realmente equilibrato, basato sulla collaborazione tra gli individui, fuori da stereotipi di genere e dinamiche tossiche. L’importante risposta del pubblico ha dimostrato l’interesse per i temi trattati, testimonianza di una sensibilità crescente.

In calendario sono previsti altri due appuntamenti: mercoledì 9 e martedì 15 dicembre. Ospiti saranno la responsabile della Casa delle Donne Marsica Daniela Senese, la psicologa Michela Leone del centro antiviolenza Donn-è e Angelo Schillaci, professore di diritto comparato all’Università La Sapienza di Roma. Gli appuntamenti, dalle ore 18:00, saranno sempre fruibili sulla pagina Facebook dell’associazione dove, alla sezione video, è possibile rivedere gli incontri già tenuti.



Marianetti MED

VOUCHER REGALO DI MEDICINA ESTETICA: IL NATALE DI MARIANETTIMED

L’angolo del Beauty – Bellezza VOUCHER REGALO DI MEDICINA ESTETICA: IL NATALE DI MARIANETTIMED I soliti vestiti? Anche no, grazie. Quest’anno regala (o regalati) bellezza con i gift voucher di Medicina estetica. Quest’anno invece dei soliti regali, metti sotto l’albero una pelle più bella, giovane e luminosa grazie ai “buoni regalo” di MarianettiMED, la clinica