Flash mob ad Avezzano contro la chiusura dell’istituto Sacro Cuore. “Decreto deciso dall’alto”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Un flash mob per evitare che l’istituto Sacro Cuore di Avezzano venga chiuso. Docenti e genitori, sostenuti da diversi esponenti politici, tra i quali Tiziano Genovesi, Giovanni Di Pangrazio, Gianluca Alfonsi e Armando Floris, hanno chiesto a gran voce che venga annullato il decreto con cui il consiglio provinciale delle Suore del Sacro Cuore, con sede a Silvi Marina, stabilisce di chiudere, a partire dal 2021, l’istituto paritario di Via Mazzini.

“Lo scorso sabato – ha detto una mamma – abbiamo ricevuto il decreto. Le nostre suore hanno pianto tutte perché il decreto non è stato concordato, ma deciso dall’alto. Nessuno ci ha chiesto nulla. Questo è l’unico istituto che garantirà la riapertura a settembre, è l’unica struttura che può andare incontro al sistema scolastico avezzanese e marsicano. Dobbiamo dire no alla chiusura di questo istituto. Non dovrà parlarsene mai più. Chiediamo a gran voce che questo decreto venga annullato entro le 12 di domani”.

“Bisogna evitare – ha dichiarato Tiziano Genovesi – questo scempio con cui si vogliono togliere cento anni di storia a questo territorio. Faremo una battaglia feroce affinché questa scuola non chiuda. Tutti insieme, destra e sinistra, senza distinzioni.”

Per il consigliere provinciale Gianluca Alfonsi:Se è un problema economico, lo risolviamo perché non si tratta di un costo, ma di un investimento. Gli sprechi sono altri”.