Febbraio comincia con il caldo, ma poi arriveranno vento gelido ? e fiocchi di neve



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Meteo. Dalle immagini modellistiche che ci mostrano l’anomalia positiva di temperatura, dunque sopra la media stagionale, su tutto lo scacchiere europeo, successivamente ad un mese di Gennaio 2020 relativamente mite e soleggiato, fatta eccezione per le gelate notturne e le inversioni termiche, nonché qualche passaggio nuvoloso con associate deboli piogge.

Febbraio quest’anno si aprirà all’insegna di un robusto anticiclone di matrice Subtropicale, il quale, si estenderà fino a coprire l’interno comparto euro-mediterraneo, sino al cuore dell’Europa.
Nell’immagine a destra, invece, la massa d’aria molto fredda di origine artica che ci raggiungerà dalla metà della settimana che viene, la quale determinerà un brusco abbassamento delle temperature da valori primaverili a valori pienamente invernali.
Tra mercoledì e giovedì, ci saranno anche nevicate lungo l’Appennino centrale e meridionale per effetto stau, fino a quote molto basse.

Fonte immagini: Tropicaltidbits.com e Meteo One 

Febbraio comincia con il caldo, ma poi arriveranno vento gelido ? e fiocchi di neve

Tornando a lunedì e martedì, la subsidenza atmosferica farà evaporare tutte le nubi che, in queste ultime ore, a causa del passaggio di una perturbazione atlantica, solcano i nostri cieli e, sia domenica che lunedì, splenderà il Sole.

Da ovest, inoltre, inizieranno a scorrere, in senso orizzontale, masse d’aria mite di origine subtropicale che garantiranno un rialzo netto delle temperature massime fino a valori primaverili, mentre le minime scenderanno con un clima moderatamente freddo di notte e al primo mattino, per via delle inversioni termiche, specie nelle vallate e nelle pianure. Orbene, nella prima settimana di Febbraio 2020, lo zero termico resterà sopra i 3500 m e l’aria sarà molto mite.

Nel corso della fine della giornata di martedì, inizieranno ad affluire correnti un po’ più fredde che, portando nubi e acquazzoni, successivamente culmineranno, come vi dicevamo, in un’ondata di freddo artico dalle caratteristiche dunque invernali, con vento forte e gelido di Grecale e qualche fiocco di neve anche  sulla Marsica.