Dopo l’Epifania le feste non devono andar via



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Al reparto di pediatria del nosocomio della città di Avezzano è arrivata la Befana del Corpo dei Carabinieri forestali del reparto biodiversità di Castel di Sangro, forse più di una, ma che importa? L’importante è stato vedere la gioia sui visi dei piccoli pazienti , dove i tubi delle flebo, in alcuni casi, sembravano enormi in quei piccoli  braccini. Tante befane, tanti doni e per quelle ore il dolore è sembrato sparire.

La giornata è nata dall’ iniziativa della direzione sanitaria del presidio, presieduta dalla dott.ssa Lora Cipollone e dall’Associazione socio-culturale “Anima”, presidente Alessandra Ciampichini,   ideata con lo scopo di creare condivisioni ed interazioni sociali e culturali.

Dopo l’Epifania le feste non devono andar viaUna piccola sagoma di teatrino in legno e con maestria si sviluppa la storia raccontata e mostrata, con un susseguirsi di pannelli disegnati,  dell’orso che sconfigge tutti i pericoli della natura e i  piccoli spettatori fermi, immobili,  affascinati  dall’avventura. Una  Befana della biodiversità forse   un po’ insolita nel reparto di pediatria,  ma il risultato è stato un successo perché così, semplicemente,  i bambini con il gioco sono stati avvicinati al  fondamentale rispetto della natura con l’educazione ambientale e la conoscenza. Soddisfazione è stata espressa dal colonnello dei carabinieri Luciano Sammarone, comandante del reparto biodiversità di Castel di Sangro, con la dichiarazione che la medesima iniziativa, intesa come campagna di prevenzione da parte dei  Carabinieri Forestali, si è svolta in ben trenta  strutture ospedaliere sul territorio nazionale e che quella di oggi darà inizio ad  attività didattiche che si svolgeranno durante l’anno.  Il dott. Maurizio Mantovanelli, primario del reparto di Pediatria e Neonatologia dell’ospedale, ha espresso, traendo la somma di questi suoi primi mesi di presenza, un sincero entusiasmo per la solidarietà della città di Avezzano, e delle molteplici associazioni di volontariato, riscontrata in particolar modo in questo periodo di festività. Tanti i progetti sottoposti e già in atto per la perfetta funzionalità del reparto.

La presenza del Prof. Ilio Leonio, neo Presidente dell’Unicef Provinciale L’Aquila, è stata un’ importante testimonianza  della nascita di  iniziative su un territorio dove il “Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia”,  è rimasto a lungo assente. Un incarico impegnativo affidato a chi di sicuro non si farà abbattere.

Il direttore sanitario dell’ospedale, dott.ssa Lora Cipollone, ha confidato la speranza che i riflettori puntati su  queste giornate festive, pur bellissime, non vengano spenti. E’ fondamentale la necessità che le persone siano vicine al lavoro impegnativo e delicato  di tutto il personale medico e infermieristico, che si venga a conoscenza che tanti sono i passi fatti, e in progetto, per le migliorie a favore della struttura.

Una giornata inondata di sorrisi, di gridolini di gioia, occhi pieni di meraviglia in quei piccoli pazienti  quando sono stati distribuiti i tanti doni, orsetti, album da colorare, caramelle, matite e tanti altri regali dell’UNICEF e del Centro Commerciale “I Marsi”.

L’Epifania il dolore sì lo deve portar via ma “O Befana, Befanina, non passare tanto in fretta, non scordar la mia casina, non scordar la mia calzetta” e noi non dobbiamo dimenticarli.

 Foto e video a cura di Manuel Conti




Lascia un commento