Di Pangrazio sulle “autorizzazioni” della Lega: “Avezzano non deve diventare una succursale politica dell’Aquila”

Avezzano –  Appena due giorni fa il coordinatore regionale di Forza Italia, sen. Pagano, aveva invitato la Lega ad allearsi con Forza Italia, per tentare di ricompattare il centro-destra avezzanese dopo la divisione al primo turno. ieri è arrivata la secca riposta di D’Eramo, coordinatore regionale Lega: “Nessun apparentamento con Forza Italia. Nessuno impedirà agli amici di Forza Italia di votare per Genovesi”.

“Non è mio costume – dichiara il candidato sindaco per Avezzano Gianni Di Pangrazio commentare le scelte altrui tuttavia la posizione della Lega aquilana che ‘autorizza’ o meno gli elettori moderati della nostra città a votare in un senso o nell’altro appare per lo meno arrogante. È un atteggiamento reiterato in numerose circostanze ed emblematico del modo di considerare la prossima sfida amministrativa.
Per parte nostra non solo non impediamo a nessuno di votarci, ma siamo aperti al confronto con tutti. Auspichiamo che i moderati della città possano condividere, anche con il voto, il progetto elaborato per far vincere Avezzano”. “Credo – conclude – che tanti stiano diventando sempre più consapevoli del rischio di una scelta sbagliata nelle prossime consultazioni. La libertà e l’autonomia di un territorio da influenze esterne sono due valori non negoziabili. #salviamoAvezzano, non regaliamo Avezzano alla Lega aquilana”.