Delitto Callegari: chiuse le indagini preliminari. Catalano rischia l’ergastolo



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Tagliacozzo – Delitto Callegari: chiuse le indagini preliminari. Pietro Catalano è accusato di omicidio volontario e rischia l’ergastolo.

Pietro Catalano
Pietro Catalano

Gli altri indagati per rissa sono Ion Hergheleigiu di 34 anni, Alessandro Bogdan Musetescu di 28 anni, Ionut Ichim Rosu di 31 anni, Ioan Bogdan Stoica di 28 anni, Alexandru Parvulescu di 37 anni e Stefano Lucidi  di 42 anni.

Era il 10 settembre quando, nella località Piccola Svizzera di Tagliacozzo, Pietro Catalano e Marco Callegari si erano dati appuntamento per risolvere una questione legata all’uccisione di un cane. Callegari era in compagnia del 42enne italiano, Catalano era con gli altri cinque romeni.

Nel corso dello scontro, secondo quanto ricostruito dall’accusa, Catalano avrebbe estratto una pistola ed esploso alcuni colpi contro Callegari, ferendolo mortalmente. La vittima, secondo quanto emerso, era armata di martello.

Gli imputati sono difesi dagli avvocati Romolo LongoLeonardo Casciere, Luca e Pasquale Motta, Franco Colucci, Patrizia Ciciarelli, Sonia Giallonardo e Antonio Pascale. 

Foto di Antonio Oddi

 




Lascia un commento