“Cultura, arte, musica e teatro: queste le parole d’ordine della seconda edizione di Festiv’Alba”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Alba Fucens. 18 sono gli eventi che allieteranno dal 29 giugno al 9 agosto il territorio marsicano in occasione della rassegna Festiv’Alba 2018, giunta alla sua seconda edizione. Quest’anno il palinsesto si arricchisce di altri 5 eventi, assumendo le vesti di un vero e proprio festival che interesserà più linguaggi, tra musica, cinema e teatro, grazie anche alla sinergia tra l’associazione promotrice dell’evento “Harmonia Novissima” diretta da Giuseppe Franceschini, gli amministratori locali, l’istituto cinematografico di L’Aquila “La Lanterna Magica” e l’associazione Paolo Grassi. Tra le novità di questa seconda edizione si individua la volontà degli organizzatori di estendere il festival anche ad altri luoghi della marsica di notevole importanza artistica e storica, come la chiesa di S. Maria Valle Porclaneta a Rosciolo o gli scavi dell’area archeologica stessa. 

“Cultura, arte, musica e teatro: queste le parole d’ordine della seconda edizione di Festiv’Alba”Per la prima volta diamo spazio all’opera lirica, – dichiara il direttore artistico Massimo Coccia-, “Abbiamo voluto omaggiare il grande Rossini ai 150 anni dalla sua morte, con l’allestimento completo de “Il Barbiere di Siviglia” . Abbiamo voluto anche dare spazio alle risorse e ai musicisti abruzzesi che si affermano nelle realtà internazionali, uno per tutti il pianista Leonardo Pierdomenico”, conclude. Durante l’estate marsicana, l’anfiteatro si colorerà, tra l’altro, della magia del balletto di San Pietroburgo che con “Il Lago dei Cigni” aveva riscosso enorme successo tra le pareti del Teatro dei Marsi durante la stagione musicale da poco conclusasi. Ma sicuramente, tra gli eventi più attesi, non si può non ricordare quello del 3 agosto della cantante Dee Dee Bridgewater, una delle ultime voci calde del jazz che tra i reperti storici di Alba omaggerà la sua città natale, Memphis. Infine, dopo il grande successo dei “The BeatlesStory” della scorsa edizione, questa volta l’anfiteatro rievocherà uno dei live più importanti della storia della musica del rock, quello dei Pink Floyd a Pompei del 1971 con lo spettacolo “From Pompei to Alba Fucens”.

Alla conferenza di presentazione, che si è svolta presso il suggestivo borgo medievale di Aba Fucens, non potevano mancare i sostenitori di questo grande progetto, primi fra tutti la dottoressa Rosaria Mencarelli, direttrice della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo insieme all’architetto Emanuela Ceccaroni, responsabile dell’area di Alba, le quali hanno sottolineato come una simile rassegna svolga un ruolo fondamentale per l’area archeologica del paese e dei luoghi di interesse storico. “Bisogna sostenere moralmente, e non solo, queste attività, perché Alba Fucens diventi un polo attrattivo anche di altre realtà – ha commentato la Mencarelli –  “Per questo motivo, a grande sorpresa, il borgo medievale riaprirà ed è in programma, inoltre, l’investimento di circa due milioni e mezzo di euro destinati all’ampliamento dell’accessibilità all’area di Alba, sia in termini oggettivi sia in termini culturali al fine di creare una unica grande area culturale. Di pari passo, si riprenderà la ricerca scientifica con la riapertura di uno scavo archeologico”

“Attendo con ansia di essere un vostro spettatore, – ha affermato il sindaco di Avezzano,Gabriele De Angelis -“Festiv’Alba rappresenta un gioiello che racchiude l’arte, la musica e la cultura ed e’una valida occasione per gli appassionati per visitare questo importantissimo sito archeologico, ricco di storia e tradizioni”.

Quest’anno anche il comune di Magliano dei Marsi godrà di un’attenzione particolare, come ha tenuto a ribadire il sindaco Mariangela Miconi che ha ricordato gli eventi che interesseranno la chiesa storica di Rosciolo, di S. Maria in Valle Porclaneta i prossimi 20 e 21 luglio. Assenti, invece, per motivi istituzionali, il Commissario Prefettizio di Massa D’Albe e la direttrice del Polo Museale dell’Abruzzo Lucia Arbace

Altra importante novità che riguarderà Festiv’Alba 2018 è rappresentata dalla possibilità di poter acquistare i biglietti degli eventi attraverso il sistema Sisal in ogni tabaccheria, con la speranza che gli spettacoli siano sempre più accessibili a tutti. “I nostri biglietti hanno un costo esiguo e abbiamo deciso di mantenerli ad un prezzo popolare, con l’opportunità, in base ai diversi casi, di poter applicare delle riduzioni – ha commentato il direttore di Harmonia Novissima Franceschini al termine della conferenza, – Ma è importante ricordare che, sia gli spettacoli teatrali, cui sarà obbligatoria la prenotazione, sia le proiezioni dei film saranno totalmente gratuiti”.

Il primo appuntamento con la rassegna vi sarà il 29 giugno presso la Chiesa di San Pietro con l’orchestra dei fiati Talia Ensemble.

Servizio a cura di Manuel Conti




Lascia un commento