Corte dei conti, Prefetto, Comune e Vigili Del Fuoco in campo garantire più sicurezza in mare



Regione – La Sezione regionale di controllo della Corte dei conti per l’Abruzzo, coordinata da Giovanni Guida nel ruolo di magistrato istruttore, sensibile alle iniziative degli enti volte ad assicurare maggiori misure di sicurezza per la tutela di tutti coloro che spendono le loro vacanze nelle spiagge abruzzesi, mettendo in atto la procedura d’urgenza, ha registrato il decreto – entro le 24 ore dal ricevimento – con il quale il Direttore regionale dei VV.F. Abruzzo ha approvato la Convenzione tra Il Prefetto, il Comune e il Comando VVF di PESCARA il compito di mettere in atto un presidio di salvamento acquatico nell’ambito del sito stabilimento balneare VV.F. (lungomare sud di Pescara).

Le unità del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, di fatto, costituiscono una componente qualificata nell’ambito degli assetti operativi utilizzabili dall’organizzazione SAR nazionale, esse concorrono all’attività di ricerca e soccorso in mare coordinata dall’Autorità Marittima alla quale il Corpo nazionale dei W.F. assicura, anche in ragione delle proprie elevate specificità tecnico-professionali, la prestazione di interventi di salvataggio e soccorso tecnico immediato.

Nella procedura ordinaria la Sezione regionale della Corte dei conti ha, comunque, raggiunto e mantenuto la media di sei giorni impiegati nello svolgimento del controllo preventivo di legittimità ex art. 3, comma 1, della legge n. 20 del 1994 su gli atti che le amministrazioni sottopongono al loro controllo.