Controlli nel Fucino, maxi multa per alcune aziende



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Il 16 ed il 17 luglio nell’ambito di specifici servizi di controllo alle aziende agricole, coordinato dall’Ispettorato Interregionale del Lavoro di Roma, svolti dai militari del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro dell’Aquila congiuntamente a quelli del Nucleo Operativo del Gruppo Carabinieri Tutela del Lavoro di Roma, della Compagnia Carabinieri di Avezzano e del personale ispettivo dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro dell’Aquila, si è proceduto al controllo di 7 aziende agricole operanti nella “piana del fucino”, verificando la posizione lavorativa di circa 60 lavoratori.

A seguito dei controlli tre lavoratori  risultavano “in nero”. Pertanto, nei confronti di un’azienda di Avezzano veniva adottato il provvedimento della sospensione dell’attività imprenditoriale, prevista dall’ art. 14 Decreto Legislativo n. 81/2008 e la “maxi sanzione amministrativa ” prevista ai sensi art. 22 Decreto Legislativo n. 151/2015 per lavoro “ in nero ”, pari ad euro 3.000,00.

Analoga maxi sanzione amministrativa veniva applicata anche nei confronti di altre 2 aziende rispettivamente di Luco dei Marsi  e di Celano. Invece, per altre quattro aziende sottoposte a verifica è in corso l’analisi della documentazione prodotta in sede di controllo.

I controlli in questione sono stati eseguiti in sinergia con il Comando Provinciale Carabinieri di L’Aquila seguendo le linee guida fornite dal Comandante Provinciale dei Carabinieri, Colonnello Nazareno SANTANTONIO.
L’attività ispettiva nei confronti delle aziende operanti nel settore agricolo proseguiranno per tutto il periodo estivo con l’intento di prevenire e reprimere ogni forma di violazione in materia di lavoro.




Lascia un commento