Comitato Provinciale di Azione, ecco la posizione in vista delle elezioni comunali ad Avezzano



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Simone Cococcia, coordinatore del Comitato Provinciale di Azione esprime la posizione del partito, in vista delle prossime elezioni.

Il comitato provinciale di Azione è nato a novembre 2019, a seguito dell’alleanza al governo tra PD e M5S, con la volontà di portare nel nostro territorio le idee del Parlamentare Europeo Calenda, con l’intento di costruire un percorso politico nuovo, lontano da populismo e sovranismo.

Ecco, dunque, la dichiarazione del coordinatore:

“ La situazione politica ad Avezzano ci ripresenta uno scenario simile in varie realtà italiane. Come coordinatore e rappresentante del comitato Azione sento a nome dei miei iscritti di voler precisare alcune questioni riguardo la situazione politica di Avezzano.

Abbiamo comunicato la nostra volontà al coordinatore di + Europa, di non voler costituire una lista unitaria su Avezzano, in quanto riteniamo che attualmente i due partiti essendo ancora due forze rappresentative diverse a livello nazionale, non abbiano ancora programmi e idee comuni.

Le alleanze tra partiti devono iniziare a livello nazionale per poi applicarsi a livello comunale, fare un’alleanza basata sul nulla, senza nessun programma in comune, è solo un azzardo per raccogliere più consensi. La nostra politica su Avezzano e le nostre alleanze si baseranno soltanto sulle idee e sui programmi.

Alla base delle nostre trattative ci saranno dei vincoli, il primo è mai in lista con M5S, Lega e FDI. Il nostro movimento nasce proprio per distinguersi da questi partiti e pertanto non saremmo disponibili a simili alleanze con sovranisti e populisti.”