Come sarà il fitness del futuro?

Il settore del fitness è in costante evoluzione per la semplice ragione che sono le esigenze delle persone a cambiare dal punto di vista del benessere. Per esempio, nel corso degli ultimi anni è cresciuto in misura consistente il numero delle palestre aziendali o condivise da più aziende, e tutto lascia ipotizzare che anche in futuro la tendenza proseguirà. Si tratta di centri che si dedicano sempre di più al benessere del singolo, mettendo da parte la pura ricerca della bellezza estetica. I modelli di fitness domanda varieranno non più in base alle esigenze di fasce di target ma a seconda dei bisogni dei clienti singoli.

Come cambieranno i macchinari

Già adesso le attrezzature a disposizione nelle palestre sono concepite in modo straordinario sia dal punto di vista della funzionalità che per ciò che concerne l’estetica: ebbene, continueranno a progredire e a migliorare, fino a diventare pressoché perfette. Si avrà a che fare con una vera e propria evoluzione tecnologica del fitness, che però sarà accompagnata da un maggiore coinvolgimento comunicativo tra allenatori e clienti: interazioni sempre più diffuse per una collaborazione finalizzata al conseguimento dei risultati auspicati.

La gestione del benessere

Secondo gli esperti, però, se le tecnologie per diversi decenni hanno dominato il settore in modo evidente e incontrastato, d’ora in poi si verificherà un cambiamento di rotta, con un processo nel quale il benessere verrà gestito in prima persona dal singolo. In pratica, i clienti stessi arriveranno a suggerire la propria soluzione di benessere individuale, senza gli interventi dei produttori di tool, degli imprenditori del fitness o dei manager. Approcci sempre meno standardizzati avranno un ruolo di primaria importanza, in un contesto in cui l’allenamento non sarà più associato alla fatica e al sudore, ma al piacere e allo star bene.

Gli istruttori del domani

Anche un corso istruttore fitness oggi è differente da come poteva esserlo solo pochi anni fa. Per averne una dimostrazione tra tante è sufficiente pensare ai corsi per istruttori di fitness musicali che vengono proposti da Fitnessway, che insegnano a diventare professionisti che lavorano a stretto contatto con i propri clienti per allenamenti divertenti e inediti. Oggi un allenatore personale se lo desidera può operare in qualità di libero professionista capace di gestire business rilevanti e di creare reddito. Il fitness musicale è solo uno dei tanti ambiti in cui ci si può specializzare con corsi mirati e non troppo lunghi.

Le tecnologie del fitness

Sarà ovvio aspettarsi tecnologie del fitness di qualità sempre più elevata, ma al tempo stesso ci dovranno essere dei cambiamenti coerenti dal punto di vista dei software di controllo di gestione. Per il momento i programmi di allenamento sono ancora eccessivamente noiosi e lunghi, ed è anche per questo che dovranno essere informatizzati; ma la digitalizzazione interesserà anche altri aspetti, come per esempio l’ergonomia degli spogliatoi. Addio agli armadietti stretti, insomma, poiché ogni dettaglio deve contribuire alla costruzione di esperienze piacevoli e interessanti.

La comunicazione tra il cliente e il personal trainer

Il vero tratto distintivo del fitness del futuro, in ogni caso, sarà costituito dal miglioramento della comunicazione tra i personal trainer e i propri clienti, all’insegna di una maggiore reciprocità. Comunicazione che, ovviamente, non riguarderà unicamente le indicazioni e le spiegazioni necessarie per lo svolgimento degli esercizi, ma anche il conseguimento di un benessere più globale. E se è vero che per il momento il benessere non può ancora essere definito e circoscritto con precisione, è altrettanto vero che le strategie possibili per produrlo sono molteplici, in virtù di meccanismi a rimbalzo che iniziano e si moltiplicano unicamente nel caso in cui siano reciprocati.