Celano è diventata Città dell’Aria. Sindaco Santilli: “l’aviosuperficie locale potrà avere enormi potenzialità turistiche”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

CelanoCelano è entrata a far parte ufficialmente dell’associazione nazionale “Città dell’Aria”. A formalizzare questa importante iniziativa la ratifica, presso l’Aeroporto “G. Paolucci” di Pavullo nel Frignano (MO), dell’atto costitutivo. “Siamo entrati in rete” scrive il Sindaco Settimio SantilliAdesso come comunità dovremo avere la lungimiranza e la maturità di trasformare un problema in una risorsa“.

Il primo cittadino di Celano ritiene che l’area di San Marcellopotrà avere enormi potenzialità turistiche in tal senso se sapremo investire con prospettiva: sull’aviosuperficie locale che ci aprirebbe per la sua conformazione strategica non solo all’Italia, ma anche all’Europa, così come anche sulla pista di motocross“.

Altro aspetto non affatto banale per una aviosuperficie come la nostra” spiega Santilli “è quello di protezione civile in caso di calamità naturali come il terremoto, oppure di sorveglianza antincendio, ovvero di pronto intervento in caso di emergenza. In questo senso sarebbe molto importante la connessione che questa avrebbe con l’interporto di Avezzano“.