Caruscino, impianto fognario di via Buonarroti operativo. Di Pangrazio: “collettore a servizio della zona sud”



AvezzanoFine della lunga attesa per un centinaio di residenti della zona sud di Caruscino: dopo anni potranno collettare in pubblica fognatura i reflui domestici e assimilabili.
Il CAM ha infatti ultimato i lavori finanziati con  fondi APQ per un investimento di 1.300.000 euro e appaltati dall’ente d’Ambito. Si tratta di un intervento di quasi 3 km, che parte da via Buonarroti (all’altezza del distributore del gas metano) e giunge a via Nuova, passando per via Perugino.

L’opera si inserisce in un collettore che ha il tratto iniziale nel comune di Ovindoli e finisce al depuratore ex Arap. Arriverà lunedì il via libera definitivo con l’attivazione dell’impianto di sollevamento posto nella parte finale di via Buonarroti.
Così, finalmente, il Consorzio Acquedottistico Marsicano potrà procedere agli allacci delle utenze per gli abitanti della zona sud della popolosa frazione.

“Questi lavori seppur meno visibili delle strade e delle piazze”, sottolinea il sindaco, Gianni Di Pangrazio, “sono fondamentali per la comunità. Per lungo tempo il quartiere ha dovuto attendere l’ultimazione di questo intervento complesso anche perché inserito in un tracciato lungo che parte da Ovindoli. L’attivazione è certamente una buona notizia per il quartiere”.
Anche il Presidente del Consiglio di sorveglianza dell’azienda commenta positivamente la conclusione dei lavori “Il consorzio nonostante le difficoltà dovute alla fase straordinaria di concordato”, aggiunge Alessandro Pierleoni, “ha continuato a garantire il servizio e il completamento di investimenti necessari per la rete e attesi da anni”.