Caos Anagnina, cosa dice la delibera comunale: costi, tempi e motivazioni


Il trasferimento del terminal bus dalla stazione Tiburtina ad Anagnina sta sollevando in questi giorni sentite proteste tra gli utenti e le associazioni per le difficoltà che i viaggiatori abruzzesi si trovano ora a dover affrontare, soprattutto alla luce di altri fattori di disagio cronici come l’insufficienza della rete ferroviaria e un alto costo dell’autostrada.

La Giunta romana, con deliberazione n. 189 del 16 ottobre scorso divenuta esecutiva il 5 novembre, ha approvato all’unanimità la “Delocalizzazione dell’autostazione per i mezzi adibiti a trasporto pubblico interregionale, nazionali ed internazionali all’interno del nodo Anagnina”. Il progetto per la realizzazione dei lavori è definitivo, e si è reso necessario, si legge in premessa, a fronte delle “rilevanti criticità” connesse con l’attuale assetto del terminal di largo Mazzoni. Verranno inoltre messi in atto “nell’immediato” tutti i provvedimenti amministrativi per “procedere allo sgombero dell’area”, considerata

“la complessiva situazione di pericolo per l’ordine e la sicurezza determinata dalle modalità arbitrarie con cui la società Tibus srl continua abusivamente a mantenere il possesso dell’area e a gestire il servizio”.

Una situazione

aggravata ulteriormente dal comportamento reticente del medesimo soggetto [Tibus srl] a comunicare dati aggiornati circa l’esatto flusso di mezzi e passeggeri.

Secondo la società, però, l’area è oggetto di una legittima concessione e per la sua occupazione la Tibus verserebbe al Comune di Roma un regolare canone annuale.

Secondo la recente delibera, la zona individuata per ospitare il nuovo terminal sarebbe “uno dei principali e strategici nodi di scambio presenti sul territorio di Roma”, in prossimità della metro A e altre fermate e capolinea di autobus gestiti da Atac e Cotral. Viene però a mancare, rispetto al terminal Tiburtina, la diretta prossimità a una stazione ferroviaria. Il progetto di riqualificazione costerà in tutto 624.681,82 euro, inseriti nel Piano investimenti capitolino 2018-20 dopo l’approvazione della variazione al bilancio.

Promobox

Alla Scoperta Della Scuola Di Alta Formazione 'Sapere Aude': Aperte Le Iscrizioni Per I Nuovi Corsi Di Formazione

Tanti i percorsi formativi e di aggiornamento su scala nazionale che questa scuola, da oltre 6 anni, propone ai tanti corsisti che si immergono in nuove esperienze, ampliando il loro bagaglio culturale con passione e dedizione, grazie anche al lavoro di un team altamente qualificato e specializzato, vicino alle esigenze di ognuno di loro.


Invito alla lettura

Ultim'ora

Elezioni, sindaco Santilli:”A Celano FdI è il primo partito in assoluto”

Celano – “Le elezioni politiche per il rinnovo del Parlamento italiano sono appena passate e i risultati definitivi emersi dalle urne sono emblematici di un certo andamento. E’ tempo di ...


Premio Cambiamenti, tante adesioni di giovani imprenditori alla tappa avezzanese ma c’è ancora tempo per concorrere. In palio 20 mila euro

Premio nazionale “Cambiamenti”: tante le adesioni per la giornata di domani in cui verrà presentato il concorso dedicato ai giovani startupper.  È il coordinatore di ...

Forti venti nell’aquilano, sul Gran Sasso raffiche a più di 100 km orari

L’Aquila – Le previsioni meteo, già da ieri, annunciavano che sull’Abruzzo si sarebbero abbattuti venti molto forti. Come fa rilevare Meteo Abruzzo, attraverso una nota ...

Celano dice addio a Michele Mariani, apprezzato musicista marsicano

Celano – Michele Mariani aveva compiuto gli anni, 66, solo un paio di settimane fa ricevendo gli auguri da parte di molti amici e conoscenti. ...

Aggressioni di cani ad Avezzano, L’altra parte del guinzaglio: “episodi molto più frequenti di quanto si pensi”

Avezzano – Solo un paio di giorni fa, attraverso le nostre pagine, abbiamo dato spazio e segnalato una situazione che una cittadina aveva denunciato attraverso ...



Lascia un commento