Campo di Concentramento di Avezzano, installati alla Pineta i pannelli illustrativi definitivi



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – L’idea di predisporre delle tabelle illustrative che raccontassero la storia del Campo di Concentramento di Avezzano era stata messa a punto anche dal compianto professor Gianluca Tarquinio che aveva iniziato a elaborare i contenuti dei pannelli insieme ad altri membri dell’Archeoclub Marsica quali l’avvocato, e presidente onorario, Umberto Irti e il membro del direttivo Paolo Paris. Dopo la scomparsa di Gianluca Tarquinio, il progetto è stato portato a compimento con la sistemazione dei pannelli illustrativi definitivi avvenuta in queste ore.

Lo scorso 11 settembre si era svolta una cerimonia di presentazione durante la quale erano stati apposti, presso le apposite bacheche in legno presenti all’ingresso della Pineta di Avezzano, dei cartelli provvisori. Adesso quei primi supporti sono stati sostituiti con tabelle realizzate su materiali resistenti e di qualità. L’area della Pineta, come molti sanno, era inclusa nello spazio occupato dal Campo di Concentramento, attivo ad Avezzano durante la Prima e la Seconda Guerra Mondiale.

I testi sono stati elaborati dal prof. Tarquinio, dall’avvocato Irti e da Paolo Paris e raccontano, a chiunque abbia voglia di soffermarsi a leggerli, l’origine e la storia del Campo di Concentramento. I quattro pannelli sono arricchiti dalla presenza di fotografie d’epoca e ricostruzioni grafiche che illustrano, in maniera chiara, la disposizione del campo, la sua estensione, le strutture da cui era costituito e la vita che si svolgeva al suo interno.