CAM, nessun blocco nella procedura di concordato, solo ritardo



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Ritardo nella procedura di concordato del Consorzio Acquedottistico Marsicano che doveva chiudersi il 15 luglio scorso invece per diverse vicende i commissari hanno chiesto la proroga al Tribunale fino al 15 ottobre prossimo. A riportarlo l’edizione odierna de Il Messaggero

I componenti del Consiglio di Gestione, Manuela Morgante e Armando Floris, evidenziano che “la procedura di concordato sta andando avanti e che la proroga è stata chiesta, non per le vicende collegabili alle sanzioni amministrative per alcuni depuratori che probabilmente non funzionano bene, già perfettamente a conoscenza del CAM, ma per meglio definire la ricostruzione dell’attivo e del passivo”.

Il tribunale ha accolto l’istanza concedendo il termine richiesto e fissando la scadenza del deposito al 15 Ottobre.




Lascia un commento