Bruno D’Amicis, fotografo naturalista di origini marsicane, vince l’European Nature Photographer of the Year



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Abruzzo – Si intitola “Il lupo del solstizio” ed è la fotografia, scattata lo scorso inverno in Abruzzo, che ha permesso a Bruno D’Amicis, fotografo naturalista di origini marsicane, di Scurcola Marsicana per l’esattezza, di vincere il prestigioso concorso “European Nature Photographer of the Year“, indetto dall’associazione tedesca dei fotografi di natura GDT Gesellschaft für Naturfotografie e.V.

Un ringraziamento a tutti gli organizzatori e alla giuria del concorso e congratulazioni a tutti gli altri vincitori” scrive D’Amicis “soprattutto al grande Angel Fitor vincitore assoluto di questa edizione“. Lo splendido scatto premiato è stato realizzato sulla neve del Parco Naturale Regionale Sirente Velino.

Questa meravigliosa area protetta, tra le più selvagge e ricche dell’Italia Centrale, purtroppo vede troppo spesso i suoi confini e la sua stessa esistenza messi in discussione” scrive il fotografo “Mi auguro che un giorno ci si possa rendere conto che vivere in un parco non è un handicap, ma un privilegio, una responsabilità e una grande opportunità“.

L’immagine, che immortala un fugace ma indimenticabile incontro in alta montagna, è il frutto di oltre vent’anni di lavoro e una vita di sogni e aspirazioni” scrive Bruno D’Amicis “la voglio dedicare alla memoria di Paolo Barrasso, il biologo prematuramente scomparso sulla Maiella nei primi anni ’90, una cui foto di lupi nella neve fu precoce fonte d’ispirazione, perché so che sarebbe felice di sapere che i suoi beniamini ancora rendono vive e vibranti queste montagne“.