Borgo via Nuova, il comitato chiede la ricostruzione del forno



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Al consiglio comunale di Avezzano, ieri mattina, hanno partecipato anche i promotori del comitato per la ricostruzione del forno di Borgo via Nuova.

Il gruppo di rappresentanti della borgata si è presentata in Comune per accertarsi che nel bilancio comunale in approvazione da parte della giunta, fossero stati inseriti anche i trentamila euro, promessi dal sindaco Gianni Di Pangrazio per il forno.

forno“Il sindaco Di Pangrazio”, ha spiegato Bruno Cusmano, presidente del comitato, “ci aveva assicurato di aver già parlato con l’ingegnere dell’ufficio tecnico, Francesco Di Stefano e che il forno sarebbe stato ricostruito. E’ per questo che abbiamo deciso di presentarci in consiglio per accertarci che i famosi 30mila euro promessi per la ricostruzione siano stati inseriti nel bilancio comunale, in approvazione”.

“Per ristrutturare il forno, ormai demolito”, ha detto Vittorio Volpe, uno dei più anziani dei rappresentati dei residenti, “sarebbero bastate poche migliaia di euro e che invece, così facendo, ce ne vogliono decine per ricostruirlo”.

 “Ancora non capiamo perché il forno, che era stato costruito dall’Ente Fucino”, ha proseguito Bruno Paniccia, promotore dell’iniziativa, “sia stato abbattuto, nonostante le oltre 160 firme protocollate in Comune. Volevamo il forno, dove la borgata poteva tornare a cuocere pane e dolci e ce l’hanno abbattuto e poi ci siamo ritrovati con una piazza. Solo per le piante che hanno messo hanno speso 600 euro l’una”.

Conclusa la seduta, l’amministrazione comunale ha rassicurato il comitato che i soldi ci sono e che il forno tornerà. “Attendiamo ora la delibera”, ha commentato il comitato.



Lascia un commento