Batosta per l’Avezzano Calcio. La Sangiustese ne rifila cinque ai marsicani



Civitanova Marche – Trasferta da incubo per l’Avezzano Calcio sul campo della Sangiustese. Dopo la sconfitta interna con il Campobasso, che aveva comunque lasciato intravedere buone cose contro una formazione nettamente favorita, è arrivata un’imbarcata nella prima trasferta per i biancoverdi.

A nulla è servito il vantaggio dei lupi, firmato da Gaeta che, dopo una mezz’ora di controllo dei locali, trasforma un calcio di rigore in favore dei suoi procurato con astuzia e mestiere dal migliore in campo  Franchi.
La rete dell’Avezzano è una rondine che non fa primavera e la Sangiustese reagisce subito, trovando il pari, al 33′ con la rete di Pezzotti direttamente da calcio d’angolo, gol d’antologia del numero 7 rossoblu.
Passano solo tre minuti e i marchigiani sorpassano, Ranalli tocca col braccio in area e il direttore di gara fischia il secondo rigore di giornata, stavolta per i padroni di casa. Dal dischetto, non sbaglia Mingiano che fa 2 a 1.
Prima di rientrare negli spogliatoi la Sangiustese trova anche il tris con la rete del giovane Niane, il 10 mette in rete da due passi su un ottimo suggerimento di prima da parte di Mingiano.

Nella ripresa, dopo un quarto d’ora e due occasioni locali per la rete del poker, l’arbitro decreta ancor un rigore per gli uomini di mister Senigagliesi, il fallo di mano di Di Gianfelice è dubbio e Fanti si rifiuta, in un primo momento, di rientrare tra i pali, poi si posiziona sulla linea e neutralizza il sinistro di Mingiano.
L’unico squillo avezzanese è del neo entrato Di Renzo che, da buona posizione, calcia alto sulla porta difesa da Chiodini.
Al 67′ Niane realizza una doppietta personale segnando un rigore in movimento a porta praticamente sguarnita dopo l’ottimo lo spunto di Boschetti a dare il via all’azione.
La segnatura del definitivo 5 a 1 coincide con un’altra doppietta, quella di Mingiano, che fredda il numero 1 avversario all’85’.

Avezzano stordito, praticamente inesistente, manca qualità e quantità a centrocampo. nel dopo partita uno sconsolato Mecomonaco ammette: <<Questa non può essere la mia squadra.>> Quella vista oggi non deve essere la mentalità per fare un buon campionato, il mister lo ha capito subito, dovrà trasmetterlo anche ai calciatori, forse un pochino esaltati dalle belle prestazione estive in Coppa Italia.

TABELLINO DEL MATCH

SANGIUSTESE (4-2-3-1): Chiodini; Zannini (86′ Ercoli), Mengoni, Scognamiglio, Orazzo (75′ Basconi); Perfetti (C), Palladini; Boschetti (77′ Manari), Niane (90′ Doci), Pezzotti; Mingiano (80′ Patrizi). A disposizione: Raccio, Guzzini, Romano, Soprano. Allenatore: Stefano Senigagliesi.

AVEZZANO (4-3-3): Fanti (C); Ranalli, Brunetti, Di Gianfelice, Siragusa; Traditi, De Angelis (57′ De Costanzo), Di Giacomo (61′ Di Renzo); Franchi, Gaeta, Quatrana (65′ Sicari). A disposizione: Alonzi, Kras, Puglielli, Pili, Selle. Allenatore: Antonio Mecomonaco.

Arbitro: Sig. Marco Di Loreto (Terni).
Assistenti: Sig. Marco Di Bartolomeo (Campobasso), Sig. Paolo Cozzuto (Formia).

Reti: 30′ Gaeta (rig.) (A), 33′ Pezzotti (S), 36′ (rig.) e 85′ Mingiano (S), 43′ e 67′ Niane (S).

Ammonizioni: Fanti (A), Brunetti (A).

Espulsioni:

Recupero: 1′ pt; 4′ st.

Stadio: Polisportivo di Civitanova Marche.