Avviate le procedure per la gestione degli interporti abruzzesi



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. Il Presidente Di Pangrazio ha illustrato nella seduta congiunta della Prima e della Seconda Commissione del Consiglio regionale, il progetto di legge “Norme per l’indirizzo sulla intermodalità regionale”.

Il progetto di legge, che è stato sottoscritto inizialmente dal Presidente Di Pangrazio e dai Consiglieri D’Alessandro, Mariani e Berardinetti, ed integrato con l’emendamento del Consigliere Olivieri, è stato licenziato dalla Commissione e stabilisce che entro trenta giorni dall’adozione della deliberazione di indirizzo della giunta regionale il Dipartimento competente svolge le procedure di evidenza pubblica finalizzate alla gestione in concessione, a titolo oneroso, dei nodi logistici regionali e delle relative infrastrutture.

Gli adeguamenti strutturali ed i costi di gestione, previa autorizzazione regionale, sono posti a carico dei soggetti gestori. “Il progetto di legge – afferma Di Pangrazio – tende a superare l’inerzia di troppi anni per l’attivazione degli snodi logistici e la loro integrazione produttiva nel sistema economico ed industriale dell’Abruzzo. Particolare rilevanza assume il Centro smistamento merci nella Marsica che connette gli assi viari Roma-Pescara, Napoli-Rieti/L’Aquila-Teramo, consentendo una forte integrazione dell’Abruzzo interno nel sistema intermodale dell’Italia Centrale. La sua funzione sarà inoltre commisurata dal 2018 agli obiettivi comunitari di riduzione delle emissioni o di miglioramento ambientale. Ringrazio tutti i commissari, il Presidente Mario Olivieri per aver consentito la scelta del testo da me presentato come testo base per l’approvazione ed i Presidenti delle Commissioni Prima e Seconda, Maurizio Di Nicola e Pierpaolo Pietrucci  .”




Lascia un commento