Avezzano Calcio, lo sfogo del patron Paris “Pronto a farmi da parte per il bene del club”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano Calcio – Nonostante l’Avezzano in questo avvio di stagione stia già mostrando i frutti del duro lavoro svolto dal patron Paris, dal DS Ridolfi e dal tecnico Torti, il presidente biancoverde si è trovato costretto a lanciare, via social, un messaggio molto forte a tutti i tifosi: “Siamo primi in classifica e abbiamo una rosa da far invidia. Purtroppo riceviamo solo insulti e critiche invece di sostegno”, dice il patron Paris.

L’Avezzano, infatti, in 12 giornate è prima in classifica a quota 28 punti e, con 8 vittorie e 4 pareggi, si conferma l’unica compagine imbattuta del torneo. Inoltre ha anche il miglior attacco del campionato, con 31 gol all’attivo. Sono questi i numeri che contraddistinguono i biancoverdi che ce la stanno mettendo tutta per ambire alla tanto attesa e sperata Serie D.

“Un avvio di stagione importante che meriterebbe appoggio e tifosi presenti allo stadio. Purtroppo, a parte la solita decina di tifosi, nessuno riempie le tribune, questa è una sconfitta per l’intera citta”, continua Paris, amareggiato e anche deluso da come il tifo si manifesti maggiormente sui social che allo stadio.

“Non si può piacere a tutti, molti mi stimano, altri no. Ma qui si tratta di tifare la maglia, non Paris uomo. Sono anche disposto a lasciare il club se questo dovesse comportare il bene della società, a patto che chi mi sussegua abbia un progetto solido alle spalle e soldi da investire”, afferma il numero uno di via Ferrara, che rimarca come la sua figura non debba essere un pretesto per andare contro all’Avezzano.

“Pochi gli sponsor, la maggior parte non sono del luogo ma di paesi limitrofi. Mi fa male pensare che la stessa città sia disinteressata al mondo sportivo, so quanti sacrifici faccio ogni giorno per portare avanti il club”, conclude l’avvocato, che spera, con questo forte messaggio, di trasmettere ai tifosi quanto egli stesso sia il primo amante di questa squadra di calcio.