Auto elettriche, il 2021 in Europa (e non solo): il mercato è da record



Il mondo dell’automotive cambia a velocità della luce. Tra i mutamenti più interessanti è il caso di citare l’aumento della vendita di auto elettriche. Grazie agli incentivi in particolare, il mercato UE si è da poco lasciato alle spalle un anno a dir poco interessante sotto diversi punti di vista. Per rendersene conto basta ricordare che, rispetto al 2020, l’incremento è stato del 63% e caratterizzato da sorprese per certi versi inaspettate. Qualche esempio? Il primo posto di Volkswagen tra i brand più venduti. Il gruppo, grazie ai suoi numerosi marchi, batte Tesla, colosso universalmente associato alla mobilità elettrica.  Cosa succede invece a livello mondiale? Che in un contesto internazionale sempre più impegnato ad abbattere le emissioni inquinanti in vista dell’implementazione dell’Agenda 2030, nell’ultimo mese del 2021 l’11% delle vetture vendute a livello globale sono state auto elettriche a batteria. Per quanto riguarda le immatricolazioni generali, si parla di 6,5 milioni di unità. Ciò significa che un automobilista su dieci guida un’auto elettrica o ibrida.
A rendere ancora più appetibile la situazione ci pensa la possibilità di scegliere il noleggio a lungo termine di auto elettriche. Sempre più apprezzato dai privati – almeno nel nostro Paese – consente di apprezzare diversi vantaggi. Oltre al risparmio economico, va ricordata anche la possibilità di scegliere tra numerosi mezzi. Realtà come Rent4you e altre aziende di successo del settore sono in prima linea da tempo nell’ampliamento della loro flotta di vetture elettriche soprattutto in virtù della corsa verso i già citati obiettivi dell’Agenda 2030.
Un doveroso cenno va poi dedicato alla praticità. Con il NLT, è possibile demandare la gestione di tutte le pratiche burocratiche alla società noleggiatrice e, sempre a fronte del pagamento di un canone mensile, avere inclusa anche l’assicurazione con opzioni di tutela personalizzate.
Non c’è che dire: la mobilità del presente è sempre più sostenibile e caratterizzata da una temperie innovativa mai vista prima. A riprova di quanto appena specificato è possibile chiamare in causa l‘ingresso sul mercato dei SUV elettrici, una novità del 2020 che, in pochi mesi, ha conquistato un’utenza molto ampia a livello mondiale.A questo punto, non resta che chiedersi cosa ci regalerà il 2022 da poco iniziato. Il punto di vista degli esperti è molto chiaro: l’anno in corso sarà caratterizzato da un aumento consistente della concorrenza – in pochi anni, il numero di modelli disponibili in commercio è cresciuto tantissimo – e il prosieguo del dominio mondiale del colosso di Elon Musk (a livello globale Tesla è in testa alle preferenze di chi scegliere la mobilità elettrica).



Leggi anche