Augusto D’Amico a sostegno degli agricoltori del Fucino: “servono aiuti concreti come il blocco dei mutui”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – L’avvocato Augusto D’Amico, candidato nella lista “Avezzano Città Territorio“, inclusa nella coalizione guidata da Gianni Di Pangrazio, pone la sua attenzione su una problematica preoccupante ed estremamente seria: le difficoltà del comparto agricolo del Fucino. “Gli agricoltori del Fucino stanno vivendo un periodo di grande difficoltà in questo momento e a loro va tutto il mio sostegno” spiega D’amico “L’arrivo sul mercato marsicano delle concorrenti francesi, lavorate e rivendute come prodotti del Fucino è stato un duro colpo al quale è seguito il crollo del prezzo delle patate locali“.

Una situazione complicata causata dal fatto che, scrive l’avvocato D’Amico, “i grandi commercianti controllano circa il 70% del mercato locale e quindi decidono i prezzi come un cartello. Ultimamente il costo delle patate è sceso da 12 a 8 euro al quintale. Sono necessari aiuti concreti ai coltivatori, ad esempio sarebbe utile bloccare o sospendere mutui e finanziamenti che coltivatori del Fucino hanno acceso quest’anno vista la situazione di crisi che sta attraversando l’agricoltura locale e di trovare un compromesso tra i produttori di fitofarmaci, quelli di patate, quelli di semi e i distributori di gasolio, proprio perché il prezzo dei fitofarmaci e del gasolio incidono per il 65% sul costo finale del prodotto“.

LEGGI ANCHE

Quattro chiacchiere con l’avvocato Augusto D’Amico, candidato nella coalizione guidata da Gianni Di Pangrazio