Arrestato per la seconda volta il marocchino che spaccia droga ai ragazzini di Celano



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Trasacco. Operazione dei carabinieri questa notte a Celano. E’ stato di nuovo arrestato un ventenne marocchino, già fermato dai militari due anni fa, dopo che un padre celanese era andato a Strada 14 a sparare in aria con il fucile, “a caccia” dello spacciatore che vendeva la droga al figlio.

Si tratta di Abdenubi BANNAOUI, immigrato 21enne, irregolare sul territorio nazionale e senza fissa dimora, tratto in arresto dai militari della Stazione Carabinieri di Trasacco.

I militari al comando del luogotenente Armando Croce, stanno da tempo monitorando le zone di spaccio, coordinati dal comandante della compagnia, il capitano Enrico Valeri e, nel corso di uno di questi specifici servizi antidroga, hanno individuato Bannaoui lungo Strada 14 del Fucino, a piedi, nell’atto di cedere dello stupefacente a dei soggetti a bordo di autovettura. I militari, in uniforme ed in borghese, hanno deciso di procedere al controllo e, alla vista dei Carabinieri sia l’autovettura che lo straniero si davano alla fuga.

Il migrante veniva bloccato dai militari malgrado il suo tentativo di fuga, nel corso della quale tentava di disfarsi di alcuni involucri, subito recuperati dai militari, contenenti 5 dosi di cocaina. La perquisizione personale permetteva di rinvenire anche del denaro ritenuto provento dell’attività di spaccio.

Il marocchino è stato arrestato e trasferito nel carcere di Avezzano, su disposizione della Procura della Repubblica del Tribunale di Avezzano.




Lascia un commento