Appalti Comune Capistrello: ieri l’udienza preliminare. In tre si costituiscono parte civile



Capistrello – Si è tenuta ieri l’udienza preliminare relativa all’inchiesta, coordinata dal PM Andrea Padalino, su presunte irregolarità nell’affidamento di incarichi e servizi pubblici al Comune di Capistrello. Davanti al giudice del Tribunale di Avezzano, Daria Lombardi, sono dovuti comparire il sindaco Francesco Ciciotti, il consigliere comunale Corrado Di Giacomo, il geometra Mattia Coviello, l’architetto Francesca Stati, l’imprenditore Concezio Fantozzi e la giornalista Annalisa De Meis.

Le accuse vanno, a vario titolo, dalla concussione alle minacce, dalla turbata libertà degli incanti alla corruzione. L’operazione, scattata all’alba del 20 novembre 2018, portò all’esecuzione di 10 misure cautelari su richiesta del GIP del Tribunale di Avezzano, Maria Proia. Nel luglio 2019, il GIP Anna Carla Mastelli ordinò l’archiviazione per una serie di reati contestati, a vario titolo, a 12 degli indagati.

Nel corso dell’udienza di ieri, tre persone si sono costituite parte civile. Si tratta dell’ingegnere Romeo Di Felice, responsabile dell’ufficio tecnico, dell’imprenditore Marco Lusi e del geometra Dario Bucci. Chiesta l’acquisizione delle trascrizioni delle intercettazioni telefoniche. L’imprenditore Concezio Fantozzi ha chiesto il rito abbreviato.

L’udienza è stata rinviata al 13 settembre. Il collegio difensivo è composto dagli avvocati Andrea Tinarelli, Luigi De Meis, Roberto Verdecchia, Nicola Grasso, Virginia Buonavolontà, Moreno Di Cintio, Antonio Milo, Herbert Simone e Franco Colucci.