Antenna telefonia a Paterno, Mazzocchi: “Autorizzata col silenzio assenso dall’amministrazione Di Pangrazio”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – “L’amministrazione comunale, a guida De Angelis, alla luce delle notizie infondate apparse sui mezzi di comunicazione contenenti numeri e date di protocollo inesistenti al comune di Avezzano, ritiene doveroso precisare l’origine della nuova installazione di dispositivi per la telefonia a Paterno”. E’ quanto afferma l’assessore al Bilancio Felicia Mazzocchi.

“Il sito oggetto di intervento era previsto nel Piano di Sviluppo TIM consegnato nel 2013 e pubblicato ai sensi di legge per 30 giorni dal 19 settembre 2013 al 19 ottobre 2013 senza osservazione alcuna. Successivamente, il  7 marzo 2017 fu trasmessa una Scia inerente tale realizzazione d’impianto e dopo aver acquisito i pareri di Arta e Asl il 22 maggio 2017 prot. 25975, il SUAP comunale a firma del dott. Tiziano Zitella ha convocato una conferenza di servizi alla quale il dirigente arch. Stefania Cattivera non partecipò facendo così maturare di fatto l’autorizzazione col silenzio assenso. Ora è facile intuire, e senza scendere in polemiche ma a beneficio della chiarezza e della trasparenza nei confronti dei cittadini, come tutto sia avvenuto durante l’amministrazione Di Pangrazio. Mi preme sottolineare, invece, come questa amministrazione stia cambiando direzione attraverso l’adozione di un piano che riguarderà tutte le antenne mobili site in questo Comune, nel quale sia venga individuato in prevalenza il sito pubblico con la possibilità di ricevere dai gestori canoni di locazione da reinvestire nel monitoraggi delle emissioni”.




Lascia un commento