Angelosante scrive ai vertici di T.U.A. per chiedere di rivedere la politica di vendita on-line dei titoli di viaggio

Regione- Simone Angelosante (consigliere regionale lega) in veste di Presidente della IV Commissione “Politiche europee, internazionali, programmi della Commissione europea, partecipazione ai processi normativi dell’Unione europea”, ha inviato una lettera ai vertici della Società Unica Abruzzese di Trasporto S.p.A. T.U.A. sul tema della vendita online dei titoli di viaggio. Nella lettera Angelosante invita TUA a rivedere la decisione presa in quanto in Abruzzo, specialmente nelle aree interne, molti dei viaggiatori sono persone anziane con poca dimestichezza con apparecchiature informatiche o che per motivi logistici vanno incontro ad una ulteriore, ed a volte insormontabile, difficoltà di reperimento del titolo di viaggio.

“Gentilissimi, buongiorno La presente mia considerazione fa riferimento alle modalità operative messe in campo dall’Azienda per l’acquisto di titoli di viaggio da parte dell’utenza, modalità che attualmente prevedono l’utilizzo di una app, la possibilità di acquistare on line e nelle biglietterie e rivendite ufficiali. Va considerato che il trasporto pubblico è un servizio essenziale per la nostra Regione che deve essere incentivato con misure e proposte che vadano a vantaggio dei cittadini. Va considerato, inoltre, che nella nostra Regione il servizio di trasporto pubblico è fruito da un considerevole numero di persone anziane che non hanno dimestichezza con apparecchi informatici e che sono spesso sprovviste di linee internet. Queste stesse persone, se residenti in zone ove non sia possibile acquistare il biglietto attraverso le rivendite ufficiali, vanno incontro ad una ulteriore, ed a volte insormontabile, difficoltà di reperimento del titolo di viaggio. Alla luce di quanto rappresentato, sono ad invitarVi a voler ripensare le modalità di erogazione del servizio, volendo predisporre la vendita di biglietti ed abbonamenti anche attraverso gli uffici comunali o quelli di informazione turistica (laddove fossero presenti ed attivi), il tutto nel rispetto delle regole per il contenimento del contagio da Covid-19. Confidando in un positivo accoglimento della presente proposta, si coglie l’occasione per porgere cordiali saluti”.