Amministrative Avezzano, Ciervo e Di Benedetto: C’è bisogno del cambiamento e non di primeggiare



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. “Assistiamo sul giornale a continui articoli con i quali, seppur legittimamente, si evidenziano nella opinione pubblica delle posizioni diverse di chi, almeno apparentemente, intende contrapporsi all’attuale amministrazione comunale”.

A parlare è Mauro Di Benedetto dell’associazione Avezzano per la Marsica: “E’ evidente che le forze politiche sono chiamate ad esercitare il proprio ruolo, nei modi e termini che riterranno più opportuni. Per il cittadino che legge e che ascolta le tante polemiche politiche è, però oggettivamente incomprensibile capire le ragioni che portano quanti non favorevoli all’attuale amministrazione a dividersi pubblicamente.”

 

“Per questa ragione” afferma Marco Ciervo, “c’è l’esigenza di un confronto aperto, libero da pregiudizi e concretamente diretto a chiudere l’attuale esperienza negativa dell’amministrazione Di Pangrazio. Avezzano è una città laboriosa, fatta da gente onesta, forte, umile, preparata e meritevole di una amministrazione di alto profilo etico, sociale e umano. Bisogna cambiare passo, e i cittadini sentono nella propria pelle l’inadeguatezza dell’attuale classe dirigente”.

“Questa è la ragione che ci porta a dire che BASTA” continuano “con i proclami pubblici e con le foto. BASTA accettare l’apparenza mediatica e fuori da ogni oggettiva e concreta “realtà”. Abbiamo bisogno di concreti interventi ed azioni a sostegno di temi che oggi sono sempre più nel cuore dei cittadini e troppo spesso trascurati: sicurezza nelle scuole, creazione di condizioni sociali che consentano di generare lavoro, sostenere le imprese e le attività in difficoltà, sostenere e difendere la sanità ad Avezzano e nella Marsica ormai allo stremo, sicurezza nelle strade e nei quartieri, valorizzazione delle professionalità dei nostri giovani” Ed è proprio con particolare attenzione e sprono ai giovani che l’associazione tende perseguire la propria attività ”I giovani” continuano” devono essere al centro della gestione amministrativa della città ed invece troppo spesso vengono emarginati dalla vita politica di Avezzano, trattati e usati come pedine facendo leva sulla difficoltà di trovare un adeguato posto nella società. Sono stanchi di sottostare all’ormai conosciuto da anni, ricatto elettorale, inteso come: “ti aiuto solo se…”.

Bisogna avere rispetto dei giovani e dei cittadini tutti dei loro bisogni e della loro dignità e per questo sono loro al centro della nostra attività.”

 

Efficienza, onesta, vicinanza ai bisogni dei più deboli e valore della famiglia sono i cardini intono ai quali è nata l’Associazione Avezzano per la Marsica e al tempo stesso gli obiettivi da raggiungere.

 

Di Benedetto continua: “Abbiamo voglia di contribuire al cambiamento. Vogliamo liberamente e pubblicamente esprimere il dissenso per l’attuale amministrazione Di Pangrazio che non ha saputo rappresentare i bisogni di questa nostra splendida città”.  Andiamo avanti, costruendo insieme una nuova classe di governo per Avezzano. Avezzano merita una classe dirigente giovane, qualificata, rinnovata, libera e con il sorriso “dal primo, all’ultimo giorno di governo” e non solo sotto il periodo elettorale.

 

“Rinnovo” conclude Di Benedetto “l’invito a tutti i cittadini che hanno voglia di partecipare a condividere con noi le proprie idee ed i propri pensieri” “Un particolare invito a partecipare va ai giovani che come me” chiude, Ciervo” hanno e la voglia e la capacità di poter essere parte attiva di questo movimento di cambiamento ma che hanno difficoltà o timore ad esporsi ed a dire la loro. A loro chiedo di trovare la forza di condividere con noi questa esperienza per poter costruire tutti insieme qualcosa di nuovo”.




Lascia un commento