Ai domiciliari ma continuava a delinquere, pregiudicato finisce in carcere



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Nei giorni scorsi, il personale del Commissariato di P.S. di Avezzano ha dato esecuzione ad una ordinanza di aggravamento di custodia cautelare in carcere, emessa dalla Corte di Appello di L’Aquila, nei confronti di un 25enne, appartenente alla locale comunità rom.

Il giovane, con numerosissimi pregiudizi di polizia ed attualmente già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico, fruiva di permessi orari per recarsi al Ser.T. durante i quali ne approfittava per continuare a delinquere.

La condotta tenuta negli ultimi mesi e le conseguenti denunce a suo carico per minaccia, minaccia a Pubblico Ufficiale, violazione dell’art. 73 del D.L. 159/2011 e perché trovato in compagnia di pregiudicati in occasione di diversi controlli da parte della Volante, hanno fatto si che si è reso necessario richiedere un aggravamento della misura cautelare a cui era sottoposto.

Il predetto, rintracciato presso la propria abitazione, dopo le formalità di rito, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Avezzano.




Lascia un commento