fbpx

Ad Aielli nasce un’iniziativa per dare spazio agli adolescenti di esprimere le emozioni che hanno vissuto durante il lockdown

Aielli – Il lockdown vissuto in questi due mesi ha stravolto le vite di tutti noi, ma per una categoria di cittadini è stato forse ancora più impattante,
Si rivolge così agli adolescenti il sindaco Enzo di Natale, parla della loro quotidianità stravolta, dei loro spazi cancellati da un isolamento sociale che in una fase evolutiva così importante potrebbe pesare di più rispetto ad altri.

Per questi motivi l’amministrazione comunale ha deciso di sfruttare la nostra esperienza nella realizzazione di murales per provare a creare un percorso esperienziale in cui i ragazzi possano esprimere sentimenti e vissuti attraverso il canale artistico.  Un progetto ambizioso e sperimentale, sottolinea il sindaco, nato insieme alla collaborazione con la Fondazione dell’Ordine degli Psicologi dell’Abruzzo Onlus, realtà con cui il nostro paese ha già lavorato assieme in passato. Il progetto propone ai ragazzi, che volontariamente vorranno partecipare, di esprimere le emozioni che hanno vissuto durante il lockdown e che stanno vivendo nella cosiddetta FASE 2, e di condividerle con altri coetanei ed adulti, attraverso la proposta di un tema stimolo. Tale lavoro verrà eseguito attraverso un percorso esperienziale in cui i ragazzi, tramite brevi incontri on-line, saranno accompagnati dagli esperiti psicologi in vari step. L’obiettivo sarà quello di raccogliere tramite un percorso i contenuti emotivi dei ragazzi che saranno infine fissati su di una parete tramite la realizzazione di operare murarie.
Chiedo quindi agli adolescenti che fossero interessati di farsi avanti e di partecipare a questo interessante progetto, conclude Di Natale..

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0.00
Send this to a friend