Acqua potabile e primi allacci alle abitazioni: “La Cortina D’Abruzzo” torna a vivere grazie all’Amministrazione Giovagnorio e al Consorzio Stradale



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Tagliacozzo – Si torna a parlare della splendida località turistica di Marsia, immersa nel più grande faggeto d’Europa. L’impegno dell’attuale Amministrazione comunale, del Sindaco Vincenzo Giovagnorio, del Presidente del Consiglio Comunale Anna Mastroddi unitamente al Presidente del Consorzio Stradale Carlo Sgandurra, registra finalmente l’agognato risultato prefisso ad inizio mandato.

“Si è concluso da pochi giorni il collaudo dell’acquedotto di Marsia e questo fatto, per il famoso Comprensorio e per il Territorio comunale è un evento storico!” commenta con soddisfazione il Sindaco Vincenzo Giovagnorio.

L‘opera pubblica, dopo 40 anni di immobilismo, è attiva e funzionante. All’apertura dell’impianto idrico hanno presenziato oltre al Sindaco Vincenzo Giovagnorio, alla Presidente del Consiglio Anna Mastroddi, al Presidente del Consorzio stradale Carlo Sgandurra, al Segretario Emiliano Casale e ai Membri del C.d.A., anche la Presidente del CAM Emanuela Morgante e i Dirigenti Leo Corsini e Roberto Camasso.

Il Consorzio acquedottistico marsicani ha poi eseguito, la scorsa settimana, le analisi dell’acqua presente nell’impianto di distribuzione, interamente a pressione di esercizio. I risultati hanno attestato che l’acqua a Marsia è potabile. Un risultato molto importante per la zona turistica e per i proprietari, che attendevano questo momento da decine di anni.

Superate le decennali vicende giudiziarie, che hanno travolto e stravolto l’economia e le potenzialità del comprensorio turistico, c’è un nuovo interesse per le abitazioni e per la frequentazione della località, che sta per essere anche servita dalla fibra, ulteriore risultato frutto del lavoro e dall’impegno del Consigliere comunale Danilo Iacoboni.

“Nell’assemblea generale del Consorzio stradale di Marsia, tenutasi al Teatro Talìa lo scorso sabato 10 luglio, sono stati consegnati i primi moduli di allaccio per le abitazioni, verranno installati nuovi contatori a quadrante asciutto e le case potranno finalmente beneficiare dell’acqua portabile diretta!” annuncia commossa Anna Mastroddi, che fin dall’inizio del mandato amministrativo è stata delegata a seguire le questioni del Comprensorio montano.

L’impegno dell’amministrazione comunale non termina qui. È in corso di elaborazione il bando di gara per la realizzazione della rete fognante e, unitamente alla Provincia di L’Aquila, con il determinante supporto del Consigliere provinciale e Assessore comunale Roberto Giovagnorio, è stato siglato un protocollo d’intesa per il recupero della casa cantoniera ex ANAS ubicata sulla Tiburtina Valeria – nel punto più alto della Consolare – al bivio di ingresso per Marsia. Sarà utilizzata come ricovero dei mezzi di proprietà del Consorzio stradale e come info point per i nuovi percorsi montani nella faggeta.

Legalità e servizi, per una nuova Marsia, la Cortina d’Abruzzo torna a risplendere grazie all’amministrazione comunale ed al Consorzio Stradale.