Aciam, nuova tornata di bonifiche straordinarie: via dal territorio oltre 29 quintali di rifiuti



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Carsoli – Materiali di tutti i tipi, inclusi elettrodomestici e pneumatici, per un totale di oltre 29 quintali di rifiuti
raccolti.

È il bilancio della nuova imponente tornata di bonifica straordinaria attuata da Aciam – l’azienda consorziale di igiene ambientale – nei comuni marsicani in cui svolge servizio di raccolta porta a porta, avviata la scorsa settimana e ultimata giovedì, 21 febbraio. Le attività per il ripristino delle aree verdi, in particolare quelle periferiche, più a rischio di formazione di mini discariche abusive, sono svolte ciclicamente dall’Azienda in sinergia con le Amministrazioni, nel rispetto di un programma di ampio respiro mirato al risanamento dei luoghi con la graduale rimozione anche degli ammassi stratificatisi in passato.

Nel corso delle operazioni, tra i materiali oggetto di “abbandono selvaggio”, oltre ai rifiuti indifferenziati
sono state rinvenute ingenti quantità di rifiuti inerti, tessili, rifiuti legnosi e ingombranti, tra cui frigoriferi, pneumatici e televisori.

“Queste attività, svolte di concerto con gli Enti, si affiancano alle campagne informative e di
sensibilizzazione dirette alla popolazione”, spiega la presidente Lorenza Panei, “anche con l’obiettivo di
sostenere un circolo virtuoso che veda i cittadini in prima linea per la difesa dell’ambiente già attraverso le
semplici pratiche di raccolta differenziata quotidiana, per la quale il supporto e il servizio agli utenti sono
massimi. Ringrazio gli Addetti per la professionalità e la cura con cui operano, e le Amministrazioni,
sempre attente nel monitoraggio, per la fattiva collaborazione”.

Le bonifiche sono state effettuate a Massa d’Albe, nei pressi della via Palentina, a Carsoli, in particolare
nella frazione di Tufo, nella frazione di Colli di Monte Bove, a Oricola, in località Colle Marcangeli, zona
industriale,e tra lunedì 18 e giovedì 21 febbraio, nel comprensorio di Ortucchio, in particolare lungo la
strada interpoderale tra il Cimitero Nuovo a via Vallone.