Accusato di spaccio viene assolto dopo quasi 11 mesi di prigione



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Dieci mesi e 24 giorni giorni in galera per spaccio di stupefacenti, ma alla fine il giudice lo assolve “perché il fatto non sussiste”. Protagonista della vicenda H.A, marocchino di 57 anni.

Accusato di spaccio viene assolto dopo quasi 11 mesi di prigione
Avv. Luca Motta

I carabinieri della compagnia di Avezzano avevano trovato, in un casolare abbandonato occupato dall’uomo insieme ad altri due connazionali, H.H. e D.M., hashish e cocaina. In particolare, all’interno dell’abitazione e nelle sue adiacenze, furono rinvenuti 700 grammi di hashish.

Altra droga fu, poi, ritrovata in parte nella felpa indossata da H.H. (oltre 100 grammi di hashish) ed in parte sul letto in cui era disteso D.M. (più di 44 grammi di hashish e tre ampolline di cocaina). H.A., invece, con sé non aveva né denaro e né droga e, a differenza degli altri due, non fu notato dai militari nel luogo esatto, all’esterno dell’abitazione, in cui gli involucri erano stati nascosti.

Per questo il giudice del Tribunale di Avezzano, Maria Pasqualina Grauso lo ha assolto. L’uomo era difeso dagli avvocati Luca e Pasquale Motta.