Abruzzo, Promozione – A. Pucetta – Fontanelle termina a reti inviolate



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

A Canistro si gioca ancora a porte chiuse una delle partite più importanti dell’undicesima giornata che vede confrontarsi l’undici di mister Giannini contro il Fontanelle, una delle squadre con la rosa più attrezzata per quanto riguarda il girone A di Promozione. Le due formazioni si presentano appaiate con 18 punti in classifica, frutto per entrambe di sei vittorie e quattro sconfitte senza mai pareggiare. I giallorossi devono fare a meno dello squalificato Fanelli e di Campanile, mentre il Pucetta ha Liberati out per squalifica e capitan Paolini ai box, ma recupera Di Stefano che parte dalla panchina. Mister Giannini arretra dunque Mercogliano in mediana al posto di Liberati e lancia dal primo minuto Paris dopo l’exploit di domenica scorsa.

Dopo una iniziale fase di studio, è il Pucetta a rompere gli indugi e ci prova Mercogliano al 17′ che salta la marcatura di Bonacossa, vince un contrasto con Della Penna, e lascia partire un destro a giro troppo centrale e facile per Castrone. Risponde il Fontanelle dalla distanza, prima con Della Penna al 19′ che crea qualche problema a Colella e poi con Bolzan al 21′ che però non inquadra la porta. Gli ospiti alzano i ritmi e il baricentro e si fanno vedere su calcio di punizione. Ci prova prima Bonacossa al 24′, ma la palla esce al lato. Poi tocca a Bolzan al 34′ ma la palla viene deviata dalla barriera. Due minuti dopo Bolzan, vero cervello del Fontanelle, effettua un lancio preciso per Recchiuti che punta Valente, vince un contrasto e conclude, ma per sorprendere Colella ci vuole ben altro. Al 37′ si rivede il Pucetta che risponde con Paris, ma il suo tiro a giro non trova l’angolo. Al 41′ ancora da calcio da fermo Bolzan cerca la via della rete, ma Colella è bravo a non lasciarsi ingannare dalla deviazione. Sul capovolgimento di fronte piccolo giallo in area Fontanelle. Alessandroni incrocia le gambe di Di Virgilio, Il contatto c’è ed è sicuramente involontario, ma non essendoci più la volontarietà nell’interpretazione dei falli, il Pucetta potrebbe recriminare un rigore. L’azione continua e la palla finisce a Zazzara che di sinistro per poco non trova l’eurogol. Allo scadere del primo tempo Bonacossa ha l’occasione più clamorosa del secondo tempo, ma da ottima posizione sul secondo pao all’altezza del vertice dell’area piccola, non finalizza il bel cross di Recchiuti.

Nella ripresa Giannini cambia assetto tattico ed inserisce Tavani e Di Stefano al posto di Di Silvio e Zazzara, passando così dal 4-2-3-1 al 3-4-3. Così il Pucetta si dispone meglio e trova la quadra, prendendo in mano il pallino del gioco. Al 2′ della ripresa bella azione sulla destra Di Virgilio che premia la sovrapposizione di Tavani, con quest’ultimo che mette in mezzo un gran pallone per Paris, che trova la potenza, ma non la precisione. Al 9′ L’occasione più ghiotta del match per i gialloblù capita sui piedi di Mercogliano, che è bravo a pressare Astolfi e ad indurlo all’errore, ma perde l’attimo del tiro e Xhepa è monumentale nell’intervento. Sette minuti dopo si rivede il Fontanelle con Bonacossa, ma il tentativo è velleitario e il pallone si spegne sul fondo. A 20 minuti dal termine si scatena Tavani: prima sforna un cross bellissimo dove si avventa Barrow, ma non trova l’impatto vincente con la sfera, poi cerca la difficile conclusione da posizione defilata al 29′, trovando la potenza, ma non la porta. Due minuti dopo si rivede il Fontanelle con Collevecchio, che dal limite fa partire un sinistro che si spegne centrale tra le mani di Colella. A -6 dal 90′ Tavani pecca ancora di egoismo e da posizione simile all’occasione precedente, cerca un tiro di prima intenzione anziché cercare i compagni meglio piazzati al centro. L’ultima emozione del match la regala Paris con un tiro dal limite che, nonostante la deviazione, per poco non trova l’incrocio dei pali.

Finisce qui, con due belle squadre in salute che si dividono la posta in palio. Nonostante il risultato sia tutto sommato giusto, il Pucetta può considerare lo 0 a 0 contro il Fontanelle come due punti persi.