4° Meeting Citta di Avezzano – “Memorial Cecchino Di Matteo”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano –  Nella Sala Consiliare del Comune di Avezzano, affollata dai giovanissimi studenti dell’Istituto Sacro Cuore e del Liceo Sportivo “Pollione”,  è stato presentato il  4° Meeting Citta di Avezzano – “Memorial Cecchino Di Matteo”, alla presenza dell’assessore allo sport Kathia Alfonsi, Nazzareno Di Matteo direttore tecnico della Pinguino Nuoto, Cristiano Carpente Presidente regionale della FIN e Mario Paris allenatore della Pinguino Nuoto e organizzatore del Memorial.

Cecchino Di Matteo è stata una figura importante, non solo come padre,  ma anche nei confronti della comunità in quanto principale sostenitore nella realizzazione della Pinguino Nuoto.

Il Meeting Città di Avezzano ha ormai una valenza nazionale perché gli atleti arrivano, presso la struttura sportiva avezzanese,  per fare i tempi di qualificazione nei campionati italiani.

Nella presentazione dell’evento, Nazzareno Di Matteo ha poi ricordato : ” Il nostro Alessandro Bianchi  l’anno scorso è stato campione italiano  nelle 4 discipline esordienti, a Scanzano Ionico, in rappresentanza dell’Abruzzo.  Quest’anno si è già qualificato per i campionati italiani  realizzando il miglior tempo, quindi la speranza è avere un campione italiano nella categoria ragazzi in due discipline. Il 18 febbraio ci saranno gli altri componenti della squadra che parteciperanno, anche per ottenere personalmente il tempo, per i campionati nazionali a marzo.”.

Altra disciplina che desta davvero enormi sensazioni è quella del nuoto sincronizzato, con l’eleganza e la forza atletica delle nuotatrice. Una fusione del nuoto con la danza, attraendo lo spettatore con incredibili esercizi coreografici in sincronia con la  musica,  presente Susanna Di Matteo istruttrice di sincro.

La squadra parteciperà il 27 e 28 febbraio, a Cremona, per i campionati italiani di nuoto sincronizzato. La Pinguino Nuoto organizza anche eventi e manifestazioni  partendo da un principio molto più importante, la prevenzione mediante lo sport. Oggi i medici consigliano proprio per il benessere fisico l’attività motoria  e sportiva. “L’importanza della prevenzione con lo sport è ormai una regola di vita – specifica Di Matteo –  I ragazzi tra gli 11 e i 14 anni,  in Abruzzo, presentano il più alto tasso di obesità proprio per la mancanza di attività motoria.”

A Mario Paris, allenatore della Pinguino Nuoto  e organizzatore del meeting, il compito di dare alcuni riferimenti specifici.  “ E’ un onore per me  organizzare questo importante evento sportivo, il 4° meeting Città di Avezzano dà lustro alla Città e alla Pinguino Nuoto, sia in ambito  regionale che nazionale.   Sono 235 gli atleti iscritti che arriveranno ad Avezzano per raggiungere i tempi di qualificazione.  Ben  15 le Società che parteciperanno,  provenienti principalmente dal Lazio. Con soddisfazione posso dire che già  50 atleti della Pinguino Nuoto partecipano attivamente a gare: lo scorso anno al meeting di Riccione,  domenica scorsa a quello di Ostia, e prossimamente gli atleti andranno al meeting di  San Marino, non dimentichiamo che abbiamo partecipato anche a gare a Berlino.”

Ha preso poi la parola il Presidente Regionale della FIN Cristiano Carpente:  “Credo che la Federazione debba essere presente a questi eventi perché  da circa un anno cerchiamo di mettere in rete, in tutta la Regione, le  manifestazioni migliori e questa è una di quelle. Il  4° Meeting Citta di Avezzano è inserito nel calendario  regionale, proprio per poter dare maggiore visibilità.  L’attività agonistica della Federazione ovviamente è la principale, ma non va dimenticata l’attività sportiva di base.  Allacciandomi al discorso fatto, l’obesità dei ragazzi, dagli 11 ai 14  anni, porterà dei problemi medici, non tanto a livello estetico. Noi della Federazione siamo ben coscienti del nostro ruolo  e pertanto stiamo promuovendo proprio l’attività di base, più che quella agonistica. ”

E’ stata fatta, dalla Federazione Regionale Nuoto,  la proposta a tutti gli istituti scolastici della Regione, per quanto concerne  l’educazione motoria,  ovviamente per gli sport acquatici,  di appoggiandosi a strutture locali, con costi agevolati,  facendo così proseliti tra i giovani. E’ stato anche considerato e valutato  uno sbocco professionale che i ragazzi potrebbero avere con i corsi di assistente bagnanti.

Il saluto conclusivo è stato affidato all’assessore Kathia Alfonsi.  “Questa iniziativa è davvero importante,  lo sport bisogna sentirlo nell’anima, ma se ci sono opportunità e agevolazioni per frequentarlo, i ragazzi non solo ne trarrebbero  un beneficio fisico ma potrebbero amarlo fino a diventare dei campioni. Lo sport è sicuramento un cambiamento nella vita che fanno i giovani. Se noi adulti riuscissimo ad accompagnarli in questo percorso sarebbe  un beneficio per loro, e un ottimo risultato per noi.”.

L’educazione dello sport crea le regole.

Foto e video di Manuel Conti




Lascia un commento