Zona arancione: Abruzzo raggiunge la soglia ma le Regioni chiedono al Governo di contare solo i ricoveri sintomatici



Abruzzo – Come ampiamente previsto, e come comunicato dalle nostre pagine, l’Abruzzo ha raggiunto le soglie della zona arancione. Non le ha ancora superate tutte, ma non è lontano dal farlo. Il tasso di occupazione dei posti letto, in Abruzzo, ha raggiunto il 20% per le terapie intensive e il 31% per l’area non critica. I limiti fissati per la zona arancione, come sappiamo, sono rispettivamente del 20 e del 30%.

La soglia dell’incidenza settimanale dei casi di positività, fissata a 150, ormai da settimane, per l’Abruzzo, è ben oltre quel limite: ha raggiunto infatti quota 1.957. Domani sarà reso noto il monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità e del ministero della Salute ma per l’Abruzzo non è difficile ipotizzare il passaggio in zona arancione.

Intanto i Presidenti delle Regioni italiane chiedono al Governo di cambiare il sistema delle fasce a colori. Nello specifico, si chiede di valutare e conteggiare solo i casi Covid rappresentati da pazienti ricoverati che hanno sintomi. In sostanza si vorrebbe non tener conto degli asintomatici ricoverati per altre patologie.



Leggi anche