Volontari e giocattoli, il Comune di Avezzano al fianco degli afgani in fuga



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Comune al fianco dei soccorritori e degli afgani in fuga dal regime talebano: l’amministrazione comunale dopo una visita al campo per verificare lo stato dell’arte del campo di accoglienza gestito da Croce Rossa e Protezione civile -dove hanno partecipato il vice sindaco, Domenico Di Berardino, il presidente dell’assise civica, Fabrizio Ridolfi, i consiglieri Maurizio Seritti, Maria Antonietta Dominici e Antonio Del Boccio, i dirigenti Luca Montanari e Tiziano Zitella- ha concordato la messa a disposizione dei volontari della Protezione civile comunale (6 a turno) in ausilio per la gestione del campo. 

   Visto l’alto numero di bambini -da 1 a 14 anni- accolti all’Interporto di Avezzano gli amministratori hanno deciso di aprire un punto di raccolta giocattoli (nuovi o usati, quest’ultimi saranno sanificati) nella sede della Polizia locale a Borgo Pineta donati dai cittadini, in aggiunta a quelli che metteranno a disposizione il Comune e la ditta Essebi. Gli uffici per consegnare i giocattoli della solidarietà sono aperti tutti i giorni dalle 8 alle 20.

   “Vedere tutte quelle persone, donne, uomini e soprattutto bambini, costretti ad abbandonare la propria terra per sfuggire ai talebani”, afferma Di Berardino, “fa venire i brividi. Confidiamo nel grande cuore degli avezzanesi per far sentire a quelle persone in fuga la nostra vicinanza, affetto e solidarietà, nella speranza di strappare un sorriso a quei bambini innocenti che hanno avuto la sfortuna di venire al mondo in una terra martoriata dalla guerra e sono stati costretti a fuggire alla ricerca di una vita migliore”.