Vittorio Sgarbi alla presentazione a Civita d’Antino del libro di Anna Maria Ruta “Elisa Boglino. Un percorso d’arte tra Copenaghen, Palermo e Roma”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Civita d’Antino – Il 31 Luglio l’Associazione Palazzo Ferrante presenta, presso il Giardino La Piramide, di Civita d’Antino, alle ore 17.00, il volume di Anna Maria RutaElisa Boglino. Un percorso d’arte tra Copenaghen, Palermo e Roma“, Kalòs edizioni, Palermo 2021.

Elisa Maioli Boglino (Copenaghen, 1905-Campagnano di Roma 2002) formatasi artisticamente presso la Reale Accademia di Belle Arti di Copenaghen, sotto la guida del Maestro Sigurd Wandel, si trasferisce a Palermo nel 1925, sposando l’avvocato Boglino. Negli anni Trenta espone a Roma, a Berlino e in Danimarca. Alla galleria il Milione di Milano è presentata da Bardi ed apprezzata da Margherita Sarfatti.

La sua produzione pittorica tocca i vertici, con quadri come “Lavandaia” , e “Ragazza con bambino” , ma soprattutto con “Le alienate” (1931) oggi presso il Mart di Rovereto. Il Comune di Civita d’Antino, bellissimo borgo della Val Roveto (tra Sora e Avezzano), sede dal 1883 al 1915 della colonia di artisti nordici capeggiati da K. Zahrtmann e l’associazione Palazzo Ferrante, si pongono come un osservatorio sull’Arte nordica in Italia dalla fine dell’Ottocento.
Introdotti dal Sindaco Dott.ssa Sara Cicchinelli e dal Prof. Felice Casucci, I relatori dell’incontro, il Prof. Vittorio Sgarbi, il Prof. Marco Nocca, ABA Roma, Camillo Boglino, figlio della pittrice.

Vittorio Sgarbi alla presentazione a Civita d'Antino del libro di Anna Maria Ruta "Elisa Boglino. Un percorso d'arte tra Copenaghen, Palermo e Roma"

Comunicato stampa