Vittorio Oliva si aggiudica la Granfondo di mountain bike “Sport e Avventura, La via dei Marsi”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. E’ stata un successo, la decima edizione della Granfondo di mountain bike “Sport e Avventura, La via dei Marsi”. Sul primo gradino del podio sale Vittorio Oliva, del team Carbonhubo, con il tempo di due ore e tre minuti sul percorso lungo. Si è riconfermata perfetta l’organizzazione dell’Avezzano cycling team, la società sportiva presieduta da Gianluca Colabianchi, che anche quest’anno ha portato nella Marsica circa trecento ciclisti.

“Un percorso che è stato molto apprezzato dai partecipanti”, commenta il presidente della federazione Mauro Marrone che insieme all’assessore allo Sport del Comune di Avezzano, Fabrizio Amatilli, ha premiato i vincitori. “Si tratta di una competizione a cui il Comune continuerà a dare il suo sostegno”, dice Amatilli, “perché la Marsica in questo modo riesce ad attrarre anche turisti. Si tratta di un evento sportivo che dà lustro alla nostra città e che merita di crescere ancora di più”.

Ai primi classificati è andato anche un quadro originale, realizzato dal professore avezzanese, anche artista, Fulvio Macchia. Sono salite sul podio delle donne: al primo gradino, Chiara Spurio della Sc Villa Sant’Antonio, che ha partecipato per la prima volta alla gara marsicana, al secondo, Karin Sorgi dell’Avezzano cycling team, apprezzata atleta avezzanese, madre di quattro figli e Letizia Giardinelli della Squadra Corse Freebike, tornata dopo dieci anni sulla bici e alla sua quarta competizione. Otto in totale le donne in gara, a seguire: Monica Alati (Rokkabike), Luisa Rita Di Iorio (Bike shock team), Sara Storione (Bike 99), Barbara Pizzi (Avezzano Cycling team) e Emanuela Bargoni (Angelini cycling team).

L’evento è stato apprezzato anche dalla coordinatrice della riserva naturale Brunella D’Alessandro e da Maria Teresa Letta (Croce Rossa), orgogliosa per aver ospitato tanti giovani all’Interporto di Avezzano.




Lascia un commento