Violenza, alcolismo e droga: giro di vite di istituzioni e forze dell’ordine per arginarli a Tagliacozzo, ridotti gli orari di apertura di bar, pub, enoteche, e similari



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Tagliacozzo – Dopo i fatti avvenuti la notte tra sabato 12 e domenica 13 ottobre e la successiva divulgazione di due video con immagini di una violenta rissa avvenuta in Piazza dell’Obelisco, il Sindaco Vincenzo Giovagnorio, anche a seguito di ulteriori segnalazioni, ha indirizzato una nota alle Istituzioni preposte alla sicurezza pubblica e alle Forze dell’ordine.

Nel documento, inviato tra gli altri al Prefetto, al Questore e ai Comandi provinciali, il Sindaco ha relazionato quanto di sua conoscenza sull’accaduto e sulla situazione in generale del Capoluogo, specialmente su ciò che spesso accade nelle notti dei fine-settimana. Negli ultimi mesi infatti diverse segnalazioni informali sono pervenute al Primo Cittadino su altri fatti simili, su danneggiamenti ad automobili, ad edifici e monumenti del centro, schiamazzi e risse. Purtroppo nessuna denuncia ufficiale risulta alle Forze dell’ordine da parte di quei numerosi cittadini che hanno subito questi fatti.

A riguardo di queste problematiche, nel pomeriggio del 23 ottobre ha avuto luogo a L’Aquila, in Prefettura, una riunione tra le autorità provinciali preposte all’ordine e alla sicurezza pubblica. Nell’incontro è stato deciso di intensificare i controlli e la vigilanza e verranno adottati più incisivi rimedi per arginare lo spaccio di droga, la somministrazione di alcolici e superalcolici alle giovani generazioni, gli atti di vandalismo e il disturbo della quiete pubblica.

Il Sindaco già lo scorso ‪26 giugno‬ ha emesso l’ordinanza n. 8 avente ad oggetto: “Ordine di allontanamento da luoghi particolari, art. 9 D.L. 14/2017 convertito in Legge n. 48 del 18 aprile 2017” il cosiddetto “DASPO urbano”.

Mentre ora, su indirizzo della circolare prefettizia n. 0033874, avente ad oggetto: “Direttive del Ministero dell’Interno in materia di ordinanze e provvedimenti antidegrado e contro le illegalità ed in materia di sicurezza, terrorismo, estremismo islamico e immigrazione”, si sta provvedendo alla redazione di un’Ordinanza restrittiva circa la chiusura dei locali pubblici e riguardante la somministrazione dei prodotti alcolici.

E’ intenzione dell’Amministrazione comunale di ridurre l’orario di apertura delle attività commerciali quali bar, pub, enoteche, e similari, ‪dal 1 novembre al 31 dicembre‬, a scopo sperimentale, improrogabilmente ‪alle ore 2.00‬.
Con la possibilità di restringere ulteriormente ‪alle ore 1.00‬ in caso i fenomeni sopra descritti non si attenuino. Inoltre il Sindaco sta producendo un’ordinanza, nel rispetto dell’articolo 7 della legge 7 agosto 1990 n. 241, per disporre per un periodo di 30 giorni, rinnovabili, per limitare l’orario di vendita, anche per asporto, e di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche ‪alle ore 1.00‬. Il tutto ai sensi dell’articolo n. 3, comma 1, del D.L. 13 agosto 2011.

LEGGI ANCHE

[jnews_block_12 number_post=”1″ include_post=”373935″]