Viaggio nel passato con Festiv’Alba: i BeatleStory deliziano il pubblico dell’anfiteatro romano



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Alba Fucens. Si conferma ancora una volta il successo di Festiv’Alba 2017 che sabato 5 agosto all’interno del suggestivo anfiteatro romano ha ospitato i BeatleStory , il più grande omaggio ai The Beatles cinquant’anni dopo.

Durante le oltre 2 ore di spettacolo, la band ha fatto vivere ai quasi 500 paganti un magico viaggio nel passato, ripercorrendo l’intera storia musicale del  gruppo originario di Liverpool dal 1962 al 1970 e portando in scena un live show con quasi 40 dei loro più grandi successi.  Il pubblico ha danzato  sulle note di  “Twist and Shout”,  “Can’t buy me love”, si è emozionato con la potenza di  “Yesterday” o” Let it Be”, ma altri i capolavori portati in scena, come “Come Together”, “She Loves you”  o “Help me”, per terminare con l’immancabile ed elettrizzante “Hey Jude”.

Dopo le esperienze internazionali con il musical “Let it Be” in scena a Broadway e Londra, i quattro musicisti (Emanuele Angeletti, alias Paul McCartney, Patrizio Angeletti, nelle vesti di John Lennon, Roberto Angelelli nei panni di George Harrison e Armando Croce, alias Ringo Starr) hanno proposto una ricostruzione storica e fedele dei Fab Four, unendo la loro musica alla storia di un’epoca, per uno spettacolo a metà tra il concerto e il teatro. Video d’epoca, strumenti vintage, costumi e un’incantevole scenografia hanno rievocato il clima della Swinging London dei primi anni Sessanta, passando attraverso spezzoni di filmati originali dei memorabili live, fino ad arrivare al viaggio psichedelico di Sgt. Pepper, alle atmosfere più hippy di Magical Mystery Tour e alle proteste studentesche degli anni Settanta.

Ancora una scelta apprezzata dal pubblico quella di Massimo Coccia,  Harmonia Novissima e del suo staff, che con il loro progetto, non solo  hanno voluto mettere in piedi una manifestazione ricca di eventi prestigiosi, ma anche dar lustro e riqualificare  un gioiello marsicano e abruzzese quale il sito archeologico di Alba Fucens.

Grande finale per il mese di agosto con il maestro Angelo Branduardi che si esibirà giovedì 10, ore 21.15 all’interno dell’anfiteatro romano di Alba Fucens.




Lascia un commento